logo Sarah’s Kitchen Stories

Macaron pistacchio e lamponi

Print page

Dei macaron al lemon curd e di quelli al rabarbaro già vi ho detto.
La lista di colorati dolcini da realizzare in casa si è allungata ancora, con questi squisiti al pistacchio.
Ho voluti farli sia con della semplice crema al pistacchio, sia con crema al pistacchio ed un lampone inserito al centro: sono entrambi deliziosi, ma dovendo scegliere uno dei due vi consiglio spassionatamente la versione coi lamponi.
Fosse per me farei macaron tutti i giorni: vedere queste sferette bombate colorate mi mette un’incredibile allegria.

pistachio and raspberry macaron (4)

MACARON PISTACCHIO E LAMPONI

Ingredienti per circa 20 dolcini (40 gusci)

50 g di albumi (1 e mezzo circa)
112 g di zucchero a velo
62 g di farina di pistacchio di Bronte (o mandorle, se non l’avete, ma il sapore di pistacchio sarà chiaramente meno intenso)
12 g di zucchero semolato
1-2 gocce di succo di limone
1 pizzichino di sale
colorante in pasta o polvere (facoltativo)

per la buttercream al pistacchio
70 g di burro morbido
50 di zucchero a velo
50 g di pasta di pistacchio*

q.b lamponi freschi (circa 20)

* realizzata in casa frullando 50 g di pistacchi di Bronte con 1 cucchiaino di olio di semi fino ad ottenere la pasta

pistachio and raspberry macaron (3)

Preparazione

Frullare la farina di mandorle con lo zucchero a velo, poi setacciare il composto ottenuto.
Montare gli albumi (a temperatura ambiente) aggiungendo poco alla volta lo zucchero semolato e le gocce di limone: montare fino a neve fermissima.
Se si desidera colorare l’impasto, aggiungere del colorante alimentare a scelta (io ne uso uno in pasta, per non allentare il composto con altri liquidi).
A questo punto unire un po’ alla volta la polvere di mandorle e zucchero a velo mescolando con una spatola dal basso verso l’alto: siate decisi ma non protraete troppo l’operazione (macaronner), altrimenti il composto tenderà a diventare troppo liquido.
Si deve ottenere una pasta che, lasciata cadere dalla spatola, crei una sorta di nastro continuo: questa è la fase più delicata, perché se si eccede nella lavorazione rischia di diventare troppo liquido, quindi fermarsi appena si ottiene la consistenza voluta.
Mettere il composto nella sac-à-poche e posizionare dei dischetti di impasto su una teglia foderata di carta forno (2-3 cm di diametro, poi il composto tende ad allargare) o sul tappetino apposito, come nel mio caso.

macaron al pistacchio crudi

Lasciar riposare i macaron un’ ora, poi cuocerli in forno preriscaldato a 150°C per circa 10-12 minuti.
Se si usa un tappetino di silicone come quello che vedete in foto lasciar riposare i dolci 10 minuti e poi staccarli, molto delicatamente, e lasciarli riposare su una gratella fino a raffreddamento. Se si cuociono su normale carta forno, una volta sfornati, con estrema attenzione, versare dell’acqua fredda tra la teglia e la carta forno: il vapore che si creerà a contatto con la teglia bollente farà staccare meglio i dolci dalla carta.

Preparare la buttercream sbattendo burro e lo zucchero a velo.
Aggiungere la pasta pistacchio montando con le fruste, fino a che il composto non sarà una vera e propria crema.
Farcire e lasciarli riposare in frigo almeno una notte prima di consumarli.

pistachio and raspberry macaron (6)

 

Dettagli Post

Pubblicato: 25 maggio 2015

By:

Commenti: 0