logo Sarah’s Kitchen Stories

Di voglie, ciliegini secchi ed origano fresco…

Print page

POMODORI SECCHI 4

Ultimamente ho una gran voglia di lievitati, più del solito (che già pare strano, visto che fosse per me non farei altro che quelli).
Forse è il terrore del caldo che incombe, che mi farà riporre “le armi” fino a temperature più adatte, non lo so, sta di fatto che come finisco di impastare la testa già viaggia per conto suo alla ricerca del prossimo lievitato a cui dedicarmi.
In questo caso è stata la volta di una profumatissima e sofficissima focaccia.
Ho ancora da parte dei meravigliosi pomodori secchi ciliegino regalo di un viaggio di mamma: volendo usare quelli e volendo impastare i miei adorati lievitati, la scelta per la focaccia è stata quasi immediata. E’ una vita che non la faccio!
Aggiungo che ogni volta che ho mamma e nonna a pranzo, nonna non riesce a venire a trovarmi senza portare qualcosa: ovviamente a casa mia i fiori non sortiranno mai la stessa gioia di un vasetto di profumatissime erbe, quindi… Ho il terrazzo invaso da origano, timo, maggiorana, rosmarino e menta freschi.
E quell’origano lì…Coi pomodori…
Ultimamente poi sono entrata in modalità farine miste, e quale occasione migliore per sbizzarrirsi, alla ricerca di un prodotto finale profumato e ricco di gusto?

NdA: non abbiate timore che la focaccia sappia troppo di pomodoro. Si sente leggermente, ma non ha assolutamente un sapore dominante.

focaccia in posa 2

FOCACCIA SEMI INTEGRALE CON POMODORI SECCHI ED ORIGANO FRESCO


Ingredienti per una teglia

300 gr di farina 00 W340
150 gr di farina integrale
50 gr di farina di patate (acquistata su Tibiona. Potete anche ometterla e sostituire con stesso peso di farina 00 o integrale)
1 cucchiaio di crusca
50 gr di pomodori secchi (io ho usato i ciliegino)
12 gr di lievito di birra fresco
350 gr circa di acqua (ma qui dipende dalle vostre farine e dal loro potere di assorbimento)
30 gr di olio
8-10 gr di sale
origano fresco a piacere

per la salamoia:
3 cucchiai di acqua
3 cucchiai di olio
sale Maldon q.b

Preparazione

Per prima cosa ho messo i pomodori secchi a bagno in abbondante acqua fredda per circa 1 ora e mezza, cambiando anche l’acqua un paio di volte (per eliminare la sapidità eccessiva).
Poi con l’aiuto di un macinaspezie ho tritato i pomodori, aiutandomi con l’olio previsto nella ricetta.
Ho ottenuto una profumatissima pasta di pomodori.

POMODORI SECCHI 3

A questo punto ho proceduto mettendo tutte le farine, la crusca ed il lievito sbriciolato nell’impastatrice ed ho iniziato ad aggiungere l’acqua, poca alla volta per dare modo alle farine di assorbirla bene.
Coi liquidi regolatevi sempre aggiungendo man mano, le farine sono tutte diverse ed il loro potere di assorbimento cambia: l’acqua che ho usato io può essere troppa o troppo poca, è molto relativo.
Andate per gradi, partendo dal presupposto che dovrete ottenere un impasto finale soffice e piuttosto appiccicoso.
Aggiungete a questo punto anche la pasta di pomodori ed olio e da ultimo il sale.
Lasciate incordare benissimo (io ci ho messo circa 20 minuti), ottenendo un’impasto dalla consistenza simile a questa:

Collage focaccia

Chiudete a palla e coprite con un canovaccio e lasciate lievitare fino a raddoppio del volume.
A quel punto infarinate il piano di lavoro e date le pieghe del primo tipo, chiudete a palla e mettete di nuovo a riposare fino a raddoppio: fate le pieghe per tre volte, ogni volta dopo la lievitazione di circa un’ora abbondante ed ogni volta manipolando meno possibile la pasta e cercando di non sgonfiare le bolle d’aria imprigionate.
Stendete in teglia unta (30×40) senza usare il mattarello, ma tirando delicatamente la pasta fino a portarla della dimensione della teglia stessa.
Fate lievitare un’ora ed accendete il forno a 200°.
Spennellate con una salamoia di acqua ed olio in uguale quantità ed una spolverata di sale ed infornate per 20-25 minuti.
Appena fuori dal forno spennellate con altra salamoia, poi spostate su una gratella a raffreddare.

focaccia in posa 4

Nota: lasciato la focaccia avanzata in forno freddo e con sportello chiuso, senza sacchetti o altro, il giorno seguente era ancora soffice soffice.

 

  • Dodò dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Ha una texture incredibile! Sarà per via di tutte quelle pieghe. E immagino il sapore..impareggiabile rispetto a lievitazioni veloci. Ma ora come si fa che mi è venuta voglia??? Buon inizio settimana!

  • arabafelice dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Sarah, la focaccia e' splendida e sulle foto non commento nemmeno...

    Ma solo a me il timo in giardino muore a ripetizione??? :-(

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    :))))
    Confesso che tra tutte le piantine, quella che non mi muore praticamente neanche se la sradico, è proprio il timo.
    Mentre la maggiorana mi abbandona spesso :(

  • Luciana dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Ciao Sarah, complimenti è buona e rustica!!!! un vero spettacolo!!! un bacione

  • lucia dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Beh, io a un'amica per il compleanno ho regalato una cassettina bianca e lilla piena di erbette profumate, una meraviglia! Come del resto la tua focaccia, mi ispira tantissimo! Da mangiare con una bella mozzarella di bufala, o, meglio ancora, con una burrata! Buona settimana e a presto.

  • Laura dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    MERAVIGLIOSA!!!!!! Ma davvero si mantiene soffice fino al giorno dopo?
    La prove subito, ma dubito che ne avanzi ;)
    Baci e complimenti ancora!!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Dodò: sì, coi vari giri di pieghe incorpora un sacco di aria. Questo procedimento lo faccio anche con la pizza in teglia, e diventa una nuvola :) Buona settimana a te ;)

    Luciana: grazie mille :)

    Lucia: quando si è appassionati di cucina e si hanno amiche appassionate a loro volta, fare regali è un vero piacere, perché si va proprio a colpo sicuro! :)

    Laura: io l'ho dimenticata nel forno spento e freddo, senza metterla in sacchetti o simili, con lo sportello chiuso. Il giorno seguente era soffice soffice. ;)

  • manuela e silvia dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Guarda, noi siamo pomodori secchi dipendenti!! ottima questa focaccia dal sapore mediterraneo!
    un bacione

  • dolci a ...gogo!!! dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    sarah sembra di sentirne da qui il profumo di questa focaccia davvero gustosissima e poi adoro i pomodori secchi!!la farina di patate nn la conoscevo secondo te si puo sostituire con i fiocchi di patate??vorrei proprio provarla!!bacioni imma

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Manu e silvia: grazie :)

    Imma: nel sito dicono che la farina di patate migliori la lievitazione nei prodotti.
    Non saprei dirti se sostituirla coi fiocchi sia fattibile, perché secondo me non sono completamente interscambiabili.
    Se così fosse con la farina si dovrebbe poter fare il purè come coi fiocchi, ed invece non è cosa.
    Se vuoi rifarla ti direi di sostituirla con farina normale o integrale, senza osare sui fiocchi ;)

  • Saretta dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Abbiamo proprio le stesse voglie allora!Mi segno questa focaccia dev'essere divina!
    bacione

  • { Anemone } dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Come ti capisco! L'ansia da caldo mi fa accendere, ora che ancora di può, il forno a palla per tutto il giorno!! Ma si può???? Sono normale????


    ^____*

    Un bacione!

  • Edda dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Sai che anch'io ho voglia di lievitati? E questa focaccia è uno spettacolo!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Saretta: in nomen focacciam :)

    Anemone: senti, io ti dico che sei normale, così mi riabilito anch'io ;P

    Edda: anche tu? Creiamo il gruppo su fb di "quelle che corricorri a far lievitati prima di non poter più accendere il forno per il caldo infernale"? :P

  • Simo dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Splendide foto...immagino il profumo e il saporino di questa focaccia...mmmmm.....

  • Cristina dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    accipicchia che bella focaccia... piacerebbe anche a me prepararne qualcuna ma non ho l'impastatrice e l'incordatura è per me ancora materia sconosciuta... bellissime foto!

  • Alice dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    caspita Sarah, ogni volta ti superi! che buono l'origano fresco, lo preferisco di gran lunga a quello secco perchè proprio ha un profumo unico e intensissimo.
    complimentissimi!

  • Micaela dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    che meraviglia... l'origano fresco deve dare un profumo incredibile! e i ciliegini secchi? buonissimi senza dubbio! un bacione.

  • elenuccia dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Sarah con questa foccaccia hai proprio acceso le mie voglie! chissà se riuscirò dovendo impastare a mano...di certo comunque ci proverò, è talmente invitante :)

  • Ely dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    focaccia davvero meravigliosa e le foto parlano da sole!!!

  • Ale dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    SARAH gli impasti di questo tipo mi piacciono da morire, sa proprio di buono questa focaccina. Bravissima

  • LA CUCINA DI...FEDERICA dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    che meraviglia di focaccia, sfiziosissima con l'aggiunta dei pomodori secchi ma che bontà!!!
    assolutamente da segnare tra le ricette da provare, beso;-)

  • Ciboulette dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    ok, sara' buona la focaccia, sara buonerrima, sar' meglio che ne stia lontana, ma la foto, parlo della prima soprattutto, cos'e' quella foto, Sarah!!! Diventi sempre piu' brava :))

  • Damiana dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Non so forse è il periodo,ma anch'io ultimamente prediligo i lievitati mi danno delle belle soddisfazioni,e poi il piacere di mettere le mani in pasta è unico.La focaccia è fantastica,complimenti!

  • Maky dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Mamma mia, l'ho provata anch'io e me l'hanno finita in 5 minuti...è un mix incredibilmente buono!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 12 aprile 2010


    Simo: in effetti è proprio profumata (si capisce che te la sto consigliando, sì? ;))

    Cristina: ricordo di aver visto un link da Mollica di Pane che potrebbe tornarti utile per lavorare i lievitati piuttosto lenti senza impastatrice.
    E' una tecnica di pieghe che avevo visto in foto in un libro sul pane, ed è effettivamente un metodo comodo per chi non ha accesso ai macchinari.
    Prova a passare da lei e cerca una ricetta sulla piazza bianca/pizza romana/pizza con mortadella (non so che nome avesse il post, ma quello era il tema). Se non ricordo male era uno dei primi post... Vedrai che, con quella spiegazione, ti verrà il coraggio di provare ;)

    Alice: l'origano è uno dei regali con cui si è presentata a pranzo da me nonna una delle ultime volte... Siccome è della generazione "fa brutto andare a pranzo da altri a mani vuote, anche se si tratta di tua nipote" mi è piombata in casa con 5-6 piantine... Ora tocca farle fruttare, ti pare? ;)

    Micaela: eh sì, è un connubio davvero magico! Un bacio ;)

    Elenuccia: ti rimando al commento che ho appena lasciato a Cristina che potrebbe tornarti utile ;)

    Ale, Federica, Ely: grazie ragazze :)

    Cib: (tutta rossa come la focaccia) :) Detto da te, considerato quanto mi piacciono le tue di foto, è un vero gongolare :) Smuackete!

    Damiana: c'è un sottilissimo filo di lievito che lega moltissime di noi, che bello! :)

    Maky: vero? E' proprio una goduria! :D

  • Lilly dice:

    Pubblicato: 13 aprile 2010


    Io adoro pomodori secchi.Sono contenta di averti trovata.Quante ricette buone!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 13 aprile 2010


    Lilly: benvenuta :)

  • Virò dice:

    Pubblicato: 13 aprile 2010


    Ottima scelta continuare con i lievitati: la voglia me l'hai proprio fatta venire...prima o poi mi ci metto!

  • Alice dice:

    Pubblicato: 13 aprile 2010


    p.s. una cosa che non c'entra gran che con la focaccia, ma in generale col blog...tu usi qualche programma particolare per mettere delle foto così grandi?
    :*

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 13 aprile 2010


    Virò: mi sa che continuerò finché le temperature me lo concederanno, mi diverto troppo ;)

    Alice: un po' dipende dal template che ho scelto per il blog (minima lefty stretch), che consente di inserire foto abbastanza grandi.
    Poi si possono modificarne le misure su Picnik: carichi la foto, scegli "ridimensiona" et voilà ;)

  • Valeria dice:

    Pubblicato: 13 aprile 2010


    intrigante questa focaccia semi-integrale!! deve essere super saporita!!

  • Alice dice:

    Pubblicato: 14 aprile 2010


    grassie!!!!

  • fiOrdivanilla dice:

    Pubblicato: 4 agosto 2010


    Sarinah, è una domanda sciocca, ma la faccio lo stesso pur sapendo già la risposta..
    non avendo l'impastatrice, non posso impastare con il robot normale eh? Si rovina l'impasto suppongo.. come fare, per forza a mano ? : mi piace un sacchisssimo questa focaccia!!

  • Sarah B. dice:

    Pubblicato: 4 agosto 2010


    Fior: non è una domanda sciocca, anzi. Se non la fai tu sicuramente verrà in mente ad altre ;)
    Ti sconsiglio caldamente il robot normale, mentre invece potresti provare impastando a mano con questo tipo di movimenti ( li vedi in questo video http://mollicadipane.blogspot.com/2009/05/la-romana-impastata-mano.html ). Ho provato anch'io ad impastare un impasto idratato così e devo dire che è un ottimo metodo.
    Se caso, se avessi paura che le tue farine non assorbirebbero tutto il liquido previsto oppure che fosse troppo idratato l'impasto, puoi sempre eventualmente ridurre un poco i liquidi e vedere come si comporta l'impasto man mano...

  • fiOrdivanilla dice:

    Pubblicato: 4 agosto 2010


    Sarah sai che l'avevo già visto quel tipino lì, proprio sul blog che mi hai linkato? me l'ero dimenticato. Mi aveva fatto ridere guardare quel video :D
    Io avevo - ahime' - impastato a mano anche il panettone delle Simili... non ho mai fatto una fatica simile manco in palestra, ci credi? Eh, credici.
    Io ho provato anche il metodo della ciotola, quello dove si impasta 'a cagnolino' ehm.. non so se hai presente. Come insegnano le Simili appunto... però voglio provare. :)

    Soprattutto sono interessata a questo modo di impastare tenendo bene a mente una cosa, che è la stessa che hai detto tu qui sopra.. (ma dai.. non l'avrei mai detto!) "puoi sempre eventualmente ridurre un poco i liquidi e vedere come si comporta l'impasto man mano..." perché devo provare finalmente a fare il seitan fatto in casa, che mi piace da morire ma costa una cifra in giro e siccome mi piacerebbe mangiarlo spesso.. :)
    Perché più la farina assorbe acqua meglio è... e così va impastata con poca acqua alla volta, dimodoché assorba più acqua possibile. Per far ciò l'ideale sarebbe l'impastatrice... ma io ricorrerò alle mani!


    grazie, come sempre :*

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 12 aprile 2010

    By:

    Commenti: 36