logo Sarah’s Kitchen Stories

BISQUIT CON SALVIA, CHEDDAR E YOGURT

Print page

[Scroll down for the english version of the recipe]

In questi giorni è difficile scrivere e pensare a cose frivole. Sto lavorando molto, per fortuna, ed ho altrettanta fortuna ad avere un lavoro che possa essere svolto da casa, il posto dove ci si sente più al sicuro, in queste settimane.

Settimane assurde. Pur vivendo in Svizzera, mio figlio è a casa da scuola (perché frequenta in Italia) come moltissimi altri, e grazie alla tecnologia la scuola sta cercando di portare avanti il programma con lezioni online (live o registrate) e consegne di compiti ed esercizi spediti via email.

Non è facile far capire ad un bimbo di 7 anni che sì sei a casa ma no, non sei in vacanza: il mattino si lavora come fossi a scuola, il pomeriggio si gioca. Per aiutarlo ho impostato la giornata come fosse una qualsiasi: alle 8 inizia a lavorare, come quando va a scuola. Col timer imposto la fine dell’ora, lui fa le pause che farebbe normalmente, si sfoga, gioca, mangia qualcosa. Poi si ricomincia. Mantenere una parvenza di regolarità sembra aiutare, anche se non nasconde quanto gli manchi la sua maestra (meno cerbero della madre, pare. E non ne dubito, se devo essere sincera :D)

Mentre lui lavora, mi porto avanti anch’io: la mattina si cucina, il pomeriggio, quando lui finisce il suo, io inizio il mio: preparazione del set, styling, foto, post produzione, redazione delle ricette e traduzioni. Le giornate sono piene, anche restando a casa.

Ci si organizza, ognuno fa il suo.

Non mi lamenterò mai di dover star a casa, perché mi sembra il minimo che ogni persona fortunata, non colpita dal coronavirus, deve fare. Siamo comunque tra i fortunati perché sani, e dobbiamo comportarci nella maniera più responsabile possibile per aiutare ad arginare questa pandemia. Stiamo a casa. Evitiamo passeggiate inutili. Limitiamo al massimo gli spostamenti. Usciamo per lo stretto necessario. I disagi ci sono, è innegabile, ma più gente si comporterà responsabilmente, prima potremo tornare ad avere vite normali. E consentiremo a tutti di essere curati e seguiti nel migliore dei modi.

Tra una redazione di ricetta e l’altra, ho realizzato questi bisquit con salvia, cheddar bianco e yogurt. Sono squisiti per un brunch o un aperitivo. Ultimamente a cena abbiamo poca voglia di preparare, perciò spesso optiamo per verdure, sottoli e sottaceti, formaggi, affettati e carboidrati ad accompagnare. Ed un bel calice di vino. Questi bisquit entrano perfettamente nell’equazione.

Se non trovate il cheddar bianco, potete usare del gruyère, che ha un sapore simile, oppure anche del parmigiano o pecorino: il sapore in questo caso è diverso, ma sono ottimi anche così.

Bisquit appena usciti dal forno

BISQUIT CON SALVIA, CHEDDAR E YOGURT

Ingredienti per 12 pezzi (o 16 più piccoli)

400 g di farina 00

10 g di lievito istantaneo per torte salate

1/2 cucchiaino di bicarbonato

2 cucchiaini di sale (6 g)

230 g di burro freddo, a cubetti

100 g di cheddar bianco (o gruyère)

250 g di yogurt bianco intero

4 foglie di salvia fresca, tritate

per finire

2 cucchiai di burro fuso

fiocchi di sale Maldon

In una ciotola capiente mescolare farina, lievito, bicarbonato e sale. Aggiungere la salvia tritata ed il burro a cubetti, freddissimo. Con la punta delle dita infarinate, schiacciare il burro fino a creare un composto sabbioso. Aggiungere il cheddar grattugiato e, da ultimo, lo yogurt.

Mescolare con un cucchiaio, toccando l’impasto il meno possibile per non surriscaldare il composto.

Versare il composto ancora non completamente amalgamato sul piano di lavoro (usare pure farina d’appoggio): schiacciare il composto e ricavarne un quadrato con altezza un paio di cm. Tagliare il quadrato in 4, e sovrapporre i vari pezzi uno sull’altro. Con un mattarello leggermente infarinato, schiacciare il tutto e tornare a realizzare un quadrato, sempre alto circa 2m: ricavare i bisquit con un coppapasta, oppure tagliare semplicemente dei quadrotti, da disporre distanziati 2-3 cm uno dall’altro su una teglia foderata di carta forno.

Disporre i bisquit in freezer per 15-20 minuti.

Preriscaldare il forno a 220°C.

Prendere i bisquit, spennellarli col burro fuso, cospargerli con qualche fiocco di sale ed infornare per 13-15 minuti, o fino a doratura. Lasciare intiepidire sulla teglia, poi servire. Sono ottimi sia tiepidi che freddi.

Ottimi con un aperitivo, perfetti con un tagliere di formaggi ed affettati.

ENGLISH VERSION

CHEDDAR BISQUIT WITH CHEDDAR AND YOGURT

Ingredients for 14-15 pieces

400 g all purpose flour

10 g baking powder

1 ts baking soda

2 ts (6 g) kosher salt

230 g very cold butter, diced

100 g cold cheddar cheese, grated

250 g yogurt

4 sage leaves, chopped

per finire

2 tbs melted butter

some Maldon sea salt

Method

In a large bowl whisk together flour, baking soda, baking powder and salt. With a pastry cutter cut in butter until pea-sized pieces form.

Add sage, cheddar and yogurt, mixing just until combined (do not overmix). Pour onto a lightly floured surface and gently pat into a rectangle about 1” tall.

With a bench scraper cut the dough into 4 rectangles, then carefully stack them on top of each other. With a lightly floured rolling pin gently roll out into a 1” tall square (the shape isn’t as important as keeping the height!).

Cut into biscuits, the size you like (I make 14, usually), carefully transfer to your baking sheet – lined with parchment paper- leaving some space between each. Place biscuits in freezer for 20-25 minutes.

Preheat oven to 390°F (200°C).

Brush your bisquits with the melted butter, sprinkle with a few maldon sea salt flakes and bake for 15 minutes, or until they’re golden brown.

Sage, cheddar and yogurt bisquit

 

Dettagli Post

Pubblicato: 14 Marzo 2020

By:

Commenti: 0

Tag Post

, , ,