logo Sarah’s Kitchen Stories

Una base classica della cucina…

Print page

gamberone argentino 001editededited

Ho recentemente scoperto che uno dei miei gatti va letteralmente matto per i gamberoni: che siano imperiali o argentini poco importa, guai a non prestargli attenzione mentre mendica la sua razione di crostaceo.
Non è evidente muoversi per la cucina mentre un gatto (tutt’altro che minuto per giunta, dall’alto dei suoi 8 kg circa) decide che vuole a tutti i costi parte di quel che sarà la tua cena.
Provare per credere :).

In questo post c’è la ricetta di una realizzazione base della cucina: il fumetto di crostacei.
Io lo preparo quasi sempre per realizzare un piatto di cui il fidanzato è ghiotto, un classicissimo risotto di scampi.
Lo ricordo, in modalità idrovora, in un ristorante di Roma in cui l’aveva ordinato. Io gli avevo sconsigliato di prenderlo, perché temevo che gli servissero un risotto con una crema di crostacei pronta, ma lui ha insistito. L’ha divorato, gli è piaciuto molto.
Io l’ho assaggiato e…la certezza non l’avrò mai, ma ci potrei scommettere che non mi sbagliavo. Il sapore era…come dirvi… Standardizzato.
Quella sera ho deciso che gli avrei fatto assaggiare il risotto realizzato come si deve, e così ho fatto.
Quando è tornato la sera il primo commento entrando dalla porta è stato “che profumino! Mi ricorda qualcosa che conosco…“.
Assaggiandolo mi ha detto che era davvero buono, forse meglio di quello del ristorante (il forse mi ha lasciata tutto sommato contenta: quando cresci abituato ad un sapore standard si tende a fare il paragone su quel determinato gusto. Lui il paragone lo faceva sul sapore che conosceva e riconosceva come quello del risotto di scampi che aveva sempre mangiato).
Da allora ho cercato di rieducarlo al sapore e…oggi non ordina più il risotto di scampi al ristorante, preferisce il mio :).

….e, non c’entra nulla, ma…sempre a proposito di rieducazione del gusto: quando ha assaggiato il pesto che avevo fatto io, qualche estate fa, mi ha sorpresa dicendo, dopo il primo boccone “ha un sapore diverso, più intenso e fresco. Questo l’hai fatto tu, si sente la differenza con quelli comprati: questo mi piace di più!”
Non potete capire la soddisfazione di aver sentito che percepiva la differenza tra i due prodotti.
Se mi avesse detto che non gli piaceva mi sarebbe andata bene lo stesso, ma sarei stata comunque felice dell’affinamento di percezioni del suo palato.

bisque 003editededited

FUMETTO DI CROSTACEI

Ingredienti

2 carote medie
1 cipolla medio-grande
3-4 pomodori maturi (in alternativa 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro)
qualche gambetto di prezzemolo
1 rametto di timo
1 foglia grande d’alloro
1.2 kg di scampi/gamberoni interi
1 spruzzo di cognac
1/2 bicchiere di vino bianco
2 cucchiai di burro chiarificato (o olio) – io preferisco il burro, che trovo più adatto al sapore “dolce” del tutto

Preparazione

Tagliate grossolanamente carota e cipolle.
Pulite gli scampi, tenendo da parte le teste e recuperando la polpa, che terrete da parte.
Fate sciogliere il burro in una pentola, versateci carote e cipolle e fate rosolare bene.
Aggiungete ora le teste degli scampi e fate cuocere, sempre a fuoco vivo, fino a che cambieranno colore e saranno tostati. Schiacciate anche le teste col cucchiaio di legno, per estrarre tutto il sapore tipico dello scampo.
Sfumate prima col cognac, lasciate evaporare l’alcool ed aggiungete il vino: fate sfumare l’alcool anche del vino, poi aggiungete i pomodori -o il concentrato- il bouquet garni -ossia il mazzetto di aromi prezzemolo/timo/alloro- ed acqua fredda, circa 1 litro e mezzo.
Abbassate la fiamma, coprite e fate cuocere 1 ora: fate ritirare la bisque fino ad averne la quantità necessaria e fino a che avrete un prodotto con un intenso profumo di scampi.
Regolate di sale e pepe, tenendo presente che se la userete come brodo per portare a cottura un risotto, per esempio, tenderà a restringersi ulteriormente, quindi la sapidità aumenterà.

bisque 004editededited

Chiudo questo post con una foto che mi piace molto: lo sfondo su cui poggiano le ciotoline nella foto che segue è stato realizzato da mamma, dopo pressioni e tormento indicibile da parte della figlia.
Sono parecchio orgogliosa del suo operato e, prima di iniziare ad utilizzarlo come se nulla fosse mi pareva doveroso citarla e ringraziarla.
Dato che mi piace parecchio ora la metterò sotto a farne altri 😀

Ciotolo-giocando

 

  • Shamira Gatta dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2011


    Anche il mio gatto Benjamyn a volte è convinto che ciò che cucino sarà per metà suo, e mi si sale sulla spalla (ho messo le foto sul blog di lui che si cede un pappagallo pirata) solo che Benjo è 10 kg di gatto ahahahahah, come sono buffi!!

  • Sarah FragolaeLimone dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2011


    Shami: 10 kg? Cacchio, frega persino Oceano! :D

  • Vero dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2011


    la mia invece, che del gatto ha solo la forma, in quanto le mancano le qualità come destrezza e furbizia, si limita a tormentarmi con dei maigolii interminabili. che terminano, per circa 5 minuti, al mio urlo esasperato!!
    baci
    ps
    sai che ieri a identità golose spiegavano come fare il fumetto... esattamente così come l'hai fatto tu, e commentando la questione del concentrato così "d'inverno si usa il concentrato, perchè i pomodori non sanno di nulla!!"

  • Shamira Gatta dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2011


    Si chiama Oceano il tuo gatto???
    Che bel nome!!!
    E' lo so, il mio Benjamyn è parecchio grosso, un'pò per corporatura, ha una testa che pare un pompelmo, un'pò perchè ha un'abbondante scorta di lardo di colonnata sulla pancia... ahahahah

  • Pippi dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2011


    :-)
    a volte ci vuole davvero poco per rendere un risotto di pesce davvero speciale così come ci vuole poco a renderlo....anonimo....quindi io opto per il brodetto di crostacei!!!

    .....ma poi posti alche il risotto verooooooo??????
    :-*
    a presto
    Pippi

  • arabafelice dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2011


    Anche il mio gatto adorava gamberi e gamberoni. E , giuro, se non gliene davo mentre li preparavo mi si attaccava alla gamba tipo koala :-)

    Bellissima preparazione, e complimenti anche alla tua mamma
    :-)

  • Dada dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2011


    che bontà!!! bravissima!

  • Sarah FragolaeLimone dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2011


    Vero: per un motivo o l'altro sono due anni che non riesco a venire ad Identità Golose. Mi consola (ed inorgoglisce) sapere però che il fumetto di crostacei sia molto simile al mio :)
    In effetti la storia del concentrato la seguo anch'io: in inverno uso quello, nella stagione dei pomodori invece aggiungo quelli ;)

    Shami: sì, uno Lillo e l'altro Oceano. Nel suo caso il nome non l'abbiamo scelto noi, era quello che i volontari della colonia felina gli avevano dato, per via dei suoi occhioni turchesi. Ci sembrava carino lasciargli quello :)
    Sulla scorta di lardo di colonnata...non mi pronuncio, anche qui siamo piuttosto previdenti :)))

    Pippi: posteròllo, il risotto, a questo punto ve lo devo :) :*

    Araba: ringrazio il cielo che Oceano non abbia la modalità koala, altrimenti mi butterebbe per terra col suo dolcissimo peso :)

    Dada: grazie mille :)

  • ziamaina dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2011


    Il fumetto di crostacei risolve tante cose, in primis appunto i risotti.
    Quanto alle golosità feline, a quanto pare Chloe, nonostante la malformazione al nasino e le difficoltà respiratorie residue, ha fiuto per pesci e prosciutto, in particolare se di marca :-D
    Un baciotto ai due pelosi e tutta la mia solidarietà a te che ti muovi attenta in cucina...

  • Roxy dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2011


    In quanto a gatti so assolutamente di cosa parli....con il mio è lo stesso! Solo che il mio è particolare....non gli piac il pesce ma impazzisce per carne, affettati....e uova......
    E' sempre bello ricevere queste soddisfazioni da parte di mariti e fidanzati!!!!

  • Shamira Gatta dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2011


    ahahahah che bellezza!!!
    Se ti va di vederlo eccolo qui il mio Benjolotto!!
    http://lovelycake-gatta.blogspot.com/2011/01/panna-da-cucina-home-made-con-il-gatto.html

  • donna russa dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2011


    La ricetta mi piace molto. Buonissimo questo piatto. Grazie!

  • Cranberry dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2011


    Io non ho un gatto ma credo he i crostacei non dispiacerebbero nemmeno a qualcuno che conosco:D
    Per le basette delle cocotte....sono magnifiche, puoi dire a tua madre che ne inizi una produzione in scala industriale:D

  • Anniki dice:

    Pubblicato: 1 febbraio 2011


    Hola!! He encontrado tu blog a través de otro blog (siento no hablar tu idioma, espero que me entiendas)

    Pero que ricos son estos fumets a base de crustaceos! La verdad es que dan un gusto muy rico a paellas, arroces, guisos de pescado, etc.... lo mejoren en todos los sentidos! El tuyo te ha quedado con un color espectacular!

    Me quedo por aquí siguiendo tu blog y dando vuna vuelta! Si tu tb te quieres pasar por mi cocina y si te gusta, seguirme, seria un honor para mi! :)

    Un beso y te leo en tu proximo post!
    GastroAdiKta

  • Sarah FragolaeLimone dice:

    Pubblicato: 1 febbraio 2011


    Maina: i felini hanno superpoteri che vanno oltre quel che noi vediamo... figurati se un "nasino un po' così" può fermarli :)

    Shami: ma è splendido il tuo micione xl! ;D

    Roxy: io ne ho due, di gatti, e l'altro il pesce lo schifa abbastanza. Anche lui predilige carni ed affettati ;)

    Donna russa: grazie :)

    Cranberry: riferirò e farò partire l'ordine industriale :)

    Anniki: no hay problema, entiendo sin problemas lo que escribes :)
    Por lo general uso el fumet con arroz de crustaceos, nunca con paellas. Tengo absolutamente que enmpezar.
    Besos :)

  • Luca and Sabrina dice:

    Pubblicato: 2 febbraio 2011


    E la differenza si sente eccome, tra l'altro prepariamo il fumetto allo stesso modo (ovviamente quando prepariamo il risotto agli scampi), con l'unica differenza che noi non aggiungiamo nè i pomodori nè il concentrato.
    Bacioni da Sabrina

  • cucina dice:

    Pubblicato: 7 febbraio 2012


    Davvero molto carino il tuo blog, ricco di risorse interessanti!

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 31 gennaio 2011

    By:

    Commenti: 17

    Tag Post