logo Sarah’s Kitchen Stories

Di quando le cose semplici ci appagano appieno

Print page

Quante volte mi capita di restare a bocca aperta davanti a ricette e foto di preparazioni stupende, ricche di ingredienti e con complesse preparazioni… Dev’essere l’ammirazione verso chi riesce a creare dei capolavori così, come se fosse la cosa più naturale del mondo.
Moltissime volte mi perdo in blog con ricette che propongono accostamenti stranissimi (per me) o usano ingredienti di cui non conoscevo l’esistenza: tutto ciò mi piace da impazzire, perchè scopro ogni volta cose nuove.
Ogni volta mi dico “ok, se trovo questi ingredienti mi salvo la ricetta e provo a rifarla!”, e mentre me lo dico il bello è che sul momento ci credo anche!
In effetti finisce sempre che non riproduco preparazioni molto elaborate, perchè sono quelle che mangerei volentierissimo a casa di amici o al ristorante, quando te le mettono sotto al naso belle e pronte, ma che mi intimoriscono molto se devo realizzarle.
Non so se vi è mai capitato di seguire il programma del Gamberorosso channel “Dolcemente”, condotto da Maurizio Santin. Un genio della pasticceria, certo. Un pasticcere strepitoso, verissimo. Ma avete visto quante stoviglie si sporcano per una sola preparazione? E solo per fare il dolce! Se volessi fare un pranzo completo per 4 persone dovrei fare minimo 5 lavastoviglie!
No no, queste cose fan per me solo se devo mangiarle, ma da realizzare preferisco stare più sul tranquillo.
Stavolta, sfogliando uno dei librini in cui ho raccolto ricette, ho voluto provare questa torta: vi ho messo tra parentesi la mia versione, che differisce molto da quella originale. In questo caso potrete provarle entrambe.
È una sorta di crostata alta e soffice, profumata alla mandorla e con confettura di albicocche (nella mia versione): io l’ho trovata meravigliosa, perchè in bocca la pasta non “allappa”, e resta soffice di sicuro per un paio di giorni (il tempo che è sopravvissuta in casa mia).
Se non fosse per quante calorie ha la rifarei subito, tanto ci è piaciuta.
E per farla si sporca solo una ciotola, un coltello e la teglia per crostate. 😉

torta del convento di san gallo (3)

TORTA DEL CONVENTO DI SAN GALLO

Ingredienti per 8 persone (uno stampo classico a cerniera)
150 gr di burro
100 gr di zucchero
100 gr di polvere di mandorle
20 gr di cacao (non l’ho messo)
5 gr cannella in polvere (non l’ho messa)
300 gr farina autolievitante
50 gr di latte
250-300 gr di confettura di ribes rossi (confettura di albicocche)
1 tuorlo
1 albume

Preparazione

torta del convento di san gallo (4)

Incorporare burro e zucchero fino ad avere una crema. Aggiungere il latte, le mandorle in polvere, (la cannella), (il cacao) la farina e l’albume.
Amalgamare quel tanto da ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Rivestire lo stampo a cerniera con i 2/3 del composto, risalendo anche sui lati dello stampo fino a circa metà altezza. Mettete in frigo per far assestare il tutto almeno 30 minuti.
Riscaldate il forno a 180°.
Riprendete lo stampo, riempitelo con la confettura e col resto dell’impasto fate le classiche striscioline e la griglia: spennellate poi col tuorlo restante.
Infornate per circa 40-45 minuti.

torta del convento di san gallo (2)

 

  • LeCiorelle dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    wow che meraviglia, sembra supersquisita

  • Federica dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    Deve essere favolosa!!

  • Micaela dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    hai ragione, le cose semplici alla fine sono sempre le più buone! è stupenda questa crostata. un bacione

  • katty dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    splendida e buonissima!! complimenti!! baci e buon fine settimana!!

  • Giò dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    sono pefettamente sulla tua lunghezza d'onda! un pò per mancanza di tempo un pò perchè per le preparazioni lunghe e complesse mi devo prepparare psicologicamente..preferisco sempre andare sulle ricette semplici e puntare sulla qualità! la tua crostata è un bell'esempio e credo che la proverò presto!

  • silvanausa dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    buonissima ma bellaaaaaa hai raggione a volte dici di provarla ma poi si va al semplice e veloce

  • marsettina dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    bisognerebbe assaggiarla ma mi fido!è bellissima!

  • dolci chiacchiere dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    buoooona...posso una fettina...ciao katia

  • Betty dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    mamma mia e quanto è alta :-|
    deve essere deliziosa, complimenti!

  • manu e silvia dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    eh si..questa torta semlcie e casalinga ci appagherebbe proprio!!
    bacioni

  • Pupina dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    Grazie ragazze!
    Sapevo che avrei trovato approvazione con questa simil crostata, ed in effetti merita assolutamente ogni onore :)

  • Sara dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    Questa è davvero buonissima...io sono intimorita dalle preparazioni, tanto io son abituata a ripulire sporco sempre un sacco....

  • Virò dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    E' splendida ma non è un po' alta come crostata? Quanta marmellata hai utilizzato per riempirla tutta?...

  • Pupina dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    Virò: in effetti non è una vera e propria crostata, la simil frolla è parecchio eretica per esser considerata tale.
    La confettura usata è quella nella ricetta, 250 gr circa

  • kemikonti dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    Ciao!
    il tuo dolce ha un aspetto splendido, posso immaginare il gusto! Condvido con te il gusto per le cose semplici ed anche l'ammirazione a distanza per le cose elaborate!
    Un saluto
    Kemi

  • L'Antro dell'Alchimista dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2009


    La penso esattamente come te circa tutto quello che hai scritto :-) e mi gusto anche una bella fetta di qeusto dolce segnandomi la ricetta! Buona domenica Laura

  • pagnottella dice:

    Pubblicato: 21 giugno 2009


    La foto è degna della bontà di questa meravigliosa torta!
    quindi bellissima!
    Bacio.

  • Simo dice:

    Pubblicato: 21 giugno 2009


    Questa torta si mangia prima con gli occhi, vista la foto fantastica!
    Complimenti per il tuo bellissimo blog, ti linko nei miei preferiti!

  • astrofiammante dice:

    Pubblicato: 21 giugno 2009


    decisamente una super torta!

  • may26 dice:

    Pubblicato: 21 giugno 2009


    (^_^) ciao pupina, anch'io sono per le cose che sporcano poco hihihi!!! e questa crostata fa proprio al caso mio (-_^) per quanto riguarda santin ha proprio raggione concordo con te su tutta la linea hahahahah!!!(^_^) un abbraccio baci ♫♪♥

  • Luciana dice:

    Pubblicato: 22 giugno 2009


    Proverò sicuramente entrambe le versioni, che devono essere comunque meravigliose!

  • Mariù dice:

    Pubblicato: 23 giugno 2009


    E' di una bellezza quasi imbarazzante!
    Questa la devo provare per forza, me ne sono innamorata.
    Sono d'accordo con te, incantano anche me le preparazioni originali , complicate e piene di abbinamenti o ingredienti particolari... poi però finisco per preparare le cose più semplici e non me ne pento mai, mi danno sempre una gran soddisfazione.
    Un bacione,
    m.

  • Pupina dice:

    Pubblicato: 23 giugno 2009


    Mariù: ci credi che io sto lottando con me stessa per non rifarla subito? Ogni volta che guardo le foto mi torna alla mente il sapore...un disastro, ingrasso solo a vederla!

    Bacione a te ;)

  • enza dice:

    Pubblicato: 8 dicembre 2010


    è che queste ricette turbocerebrotiche in un certo senso ci sfidano.
    io me rimango sempre abbastanza abbagliata, poi, per fortuna mi passa.

  • Kitty's Kitchen dice:

    Pubblicato: 8 dicembre 2010


    Subire il fascino di preparazioni insolite credo sia un pò l'indole del foodblogger ma per fortuna quando poi andiamo sul classico possiamo rifugiarci in piccoli successi! :)
    Questa è buonissima!

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 20 giugno 2009

    By:

    Commenti: 25

    Tag Post

    , ,

    Categorie Post

    colazione, Ricette svizzere