logo Sarah’s Kitchen Stories

New York dreaming…dolce!

Print page

cheesecake 013_edited_edited

Posso amare alla follia la foto qui sopra?
Non ha nulla di speciale, ma la trovo… non so, eterea…e libidinosa. 😀
Sono convinta che molti di voi già solo guardando la foto hanno capito perfettamente di cosa si tratta: per gli altri lo specifico: New-York cheesecake.
Ricca, cremosa, soffice: non vi azzardate a chiedermi se potete farla riducendo calorie con formaggi light o roba simile: se la fate fatela con tutti i sacri crismi, “ha da esse ricca e calorica”, fatevene una ragione. 😀
Per realizzarla ho preso spunto da questo sito, pieno di dolci golosissimi: ho cercato di frenare la tentazione di modifiche perché la volevo il più simile possibile all’originale.
Ho “più o meno” dimezzato le dosi e… unica modifica dovuta a necessità (ma che è stata una piacevole scoperta) è stato l’uso dei crackers nella base. Sì sì, proprio i crackers che si mangiano come snack per spezzare l’appetito. Ho usato quelli non salati in superficie ed usando quelli ho dovuto modificare leggermente il rapporto con lo zucchero (usato integrale che è molto più aromatico): per il resto sono stata molto lineare nel seguire indicazioni e suggerimenti.
Leggendo sul sito ho anche scoperto una cosa che proprio non sapevo: vi sono due cheesecake che vanno per la maggiore in America, una fatta con formaggio cremoso (quella che ho fatto io e che viene chiamata appunto N-Y cheesecake, o “ebraica”) ed una con la ricotta (“italiana”).
Entrambe hanno un guscio fatto di biscotti o crackers sbriciolati ed entrambe contengono uova e zucchero nel ripieno: la cosa che le distingue in sostanza è proprio l’uso di ricotta o formaggio cremoso, oltre al fatto che la versione “italiana” oltre alla ricotta spesso contiene anche canditi.
Personalmente la mia cheesecake preferita è col formaggio cremoso, ma mi piacciono tutte: è proprio un genere di dolce che non mi stanca mai.
Provate le varie versioni che ci sono in giro e scoprite anche voi la vostra preferita: intanto vi riporto questa ;D.

NdA: io ho seguito questa ricetta perché mi dava l’idea di essere una delle più fedeli.. Non sono mai stata a New York ma… Siccome sarà parte del viaggio di nozze del prossimo ottobre vedrò di immolarmi per la causa e assaggerò in loco… Sapròvvi dire, dovete solo portare pazienza 😀

cheesecake 012_edited_edited

NEW-YORK CHEESECAKE (o similare, vi saprò dire tra qualche mese:D)

Ingredienti per una cheesecake da 23 cm di diametro

per la base
100 gr di cracker non salati
65 gr di zucchero di canna integrale
80 gr di burro morbido

per il ripieno
500 gr di Philadelphia
100 gr di zucchero vanigliato
18 gr di farina 00
2 uova
40 gr di panna fresca
1 cucchiaio di scorza di limone grattugiata
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o i semi di una bacca)

per il topping
120 gr di panna acida (o di panna acidificata con succo di limone)
15 gr di zucchero vanigliato
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia

cheesecake 019_edited_edited

Preparazione

Nella ciotola del robot sbriciolate i crackers con lo zucchero ed il burro: foderate uno stampo a cerniera con carta forno e versate all’interno il composto ottenuto (ve ne avanzerà un po’… se volete riducete un poco le dosi della base, altrimenti seguitele e quel che avanza potete sempre metterlo nello yogurt con un poco di frutta :)): col dorso della mano compattate bene il fondo e risalite sui bordi di circa 2-3 cm.
Mettete in frigo a riposare.
In una ciotola mettete tutti gli ingredienti del ripieno (meno le uova) e mescolate, fino ad ottenere un composto omogeneo: unite un uovo alla volta, mescolando con cura tra un’aggiunta e l’altra.
Non mescolate più dello stretto necessario, né cercate di incorporare aria nell’impasto: queste due operazioni, se fatte, rischiano di far crepare la cheesecake in cottura, anziché mantenerla bella liscia ed integra.

cheesecake 006_edited_edited

Intanto prendete la panna acida e unite lo zucchero e la vaniglia, mescolando bene.
Se dovete farvi la panna acida da voi, mescolate panna e succo di limone prima di iniziare a fare il dolce: sarà pronta così al momento dell’uso.
Preriscaldate il forno a 175°: una volta pronto foderate la teglia con carta forno (fuoriuscirà del burro fuso dallo stampo, così eviterete di sporcare la teglia), versate il ripieno nel guscio di biscotti ed infornate.

Collage di Picnik_edited

Cuocete per 15 minuti a 175°, poi abbassate la temperatura a 120° per circa 1 ora e 15 minuti (questi i tempi del mio forno, dovrete regolarvi ad occhio: la cheesecake dovrà essersi rassodata toccandola nel centro, ma mantenersi ancora un po’ “budinosa”, un po’ umida).
Levatela dal forno, versateci sopra la panna acida zuccherata ed infornate nuovamente per altri 15-18 minuti.
Togliete la cheesecake dal forno, passate tutt’intorno al bordo un coltellino, in modo da aiutare il dolce a staccarsi dallo stampo una volta freddo.

cheesecake 9_edited_edited

Lasciate arrivare a temperatura ambiente, poi coprite con pellicola e dimenticatevelo in frigo fino al giorno seguente, o per lo meno 5-6 ore.
Servire così o con frutta fresca o salsine a base di frutta fresca/zucchero/succo di limone.

cheesecake 20_edited

 

  • angicock dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    Meraviglioso e invitante. Splendide foto
    Complimenti

  • Genny @ alcibocommestibile dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    l'ho fatto a una persona che ha vissuto in america e mi ha detto che la base di biscotti non rientra nell'originale. e io continuo a mettercela:D perchè mi piace da morire. certo, penso sempre piu spesso di volare a ny per assaggiare l'originale..vieni?:D (oggi il commento resterà?mah!:D

  • Sarah B. dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    Angie: grazie :)

    Genny: commento inciso oggi :) Due domande, già che ci sono...;)
    1. per biscotti intendi biscotti dolci o anche i crackers?
    2. l'originale ti ha detto come sarebbe?

  • kristel dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    Che cheescake fantastica che hai fatto. Ho davvero voglia di farla e magari di servirla con un buonissimo coulis di frutti rossi!! Complimenti! :)

  • Ago dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    Buondì cara Saretta! :-D
    hai ragione, il cheesecake è libidinoso e buonissimo se fatto con tutti i sacri crismi, inutile cercare altre vie per farle più leggero...non è più la stessa cosa!
    Riguardo la crosta, io non sono d'accordo con chi ti ha detto che non ci sia...io ho fatto l'anno scorso un cheesecake con ricetta originale made in USA e c'era...ti lascio il link, così la vedi anche tu:
    http://www.mypaneburroemarmellata.com/2009/04/daring-bakers-and-lets-go-with.html
    ...quindi non so a questo punto...la crosta c'è!...e comunque aspettiamo la prova dal vivo, quella è sempre la migliore! :-D

  • fantasie dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    E se ti immoli per la causa... saprommo aspettare! ;)
    Baci

  • Luciana dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    Meraviglia delle meraviglieee!!! è fantatsica...ho la bavetta :P

  • Clementina dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    Squisito!Clementina

  • stella dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    Hai ragione, la vera cheese cake è solo quella con il philadelphia! Io ho trovato un buon compromesso tra parti uguali di panna/ricotta/philadelphia! CIao

  • letizia dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    Io adoro le cheese cake...in qualsiasi versione e questa si fa mangiare già dalla foto.

  • Elga dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    Mannaggia! mo me tocca :D

  • Roxy dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    Posso immagine l'immane sacrificio che dovrai fare assaggiando il dolce in loco.......ihihihihih!
    Questa versione è molto goduriosa!

  • Ilaria dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    un consigio per il viaggio a NY: la cheesecake di Junior's (il negozio originale è a Brooklyn ma se ne trovano alcuni anche a Manhattan): è la più buona assaggiata nella grande mela!!
    non vedo l'ora di testare questa tua ricetta!!

  • Cranberry dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    E' bellissima da vedere!sicuramente anche da mangiare:D
    La proverò di certo^^

  • Fabiana dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    spettacolo... riesco a capire l’amore per la foto li in cima..io credo di essermi presa una cotta per l’ultima del post.. come vorrei avere tra le mani quella forchetta!!! sei davvero trooooppppooo brava un bacio Fabiana

  • Luca and Sabrina dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    Anche a noi quella foto piace moltissimo, rende molto l'idea e sembra quasi di poterla toccare quella fetta golosissima! Abbiamo un debole per questa cheese-cake newyorchese e la tua è qualcosa di celestiale.
    Baciotti da Sabrina

  • Elisa dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    La prima foto è bellissima ma mi piacciono molto anche quelle con la forchetta!
    Sono curiosa anche io di scoprire com'è "l'oroginale", attendo altro commento di Genny!
    Per inciso, secondo me è strabuona anche così!

  • terry dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    A dir poco perfetto...il Cheesecake capostipite con la C maiuscola! bravissima...è splendido!

  • Gio dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    davvero libidinosa la foto :P
    e poi joy of baking è un gran sito per questo tipo di ricette, devp dire che ti è venuta davvero perfetta! :)

  • Paprika&Paprika dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    Che belle foto !!
    Gnammmmmmmmmmm ho voglia di provare questa ricetta!!!

  • Simo dice:

    Pubblicato: 14 dicembre 2010


    Queste foto sono da paura........che bontà!!!!!!!

  • Sarah B. dice:

    Pubblicato: 16 dicembre 2010


    @ tutti: grazie, come sempre :)

    Ilaria: grazie doppio per il consiglio cheesecakeccoso a N-Y. Proverò sicuramente :)

  • -debby- dice:

    Pubblicato: 16 dicembre 2010


    Mmmmm il cheesecake!!!! lo adoroooo!!! che bontà!!! mi mangerei il computer vedendo queste foto!!!! da fare e rifare!

  • Edda dice:

    Pubblicato: 16 dicembre 2010


    Grazie per le foto goduriose, la consistenza quasi reale (da qui) del dolce...irresistibile. E ti è venuto perfetto!

  • Edda dice:

    Pubblicato: 16 dicembre 2010


    P.S. Per quanto riguarda la base originale è in effetti composta dai crackers, i graham crackers (c'è una ricetta sul mio blog): leggermente dolci, rustici e un po' speziati. Sono biscotti antichi e buonissimi:-)
    La tua versione con i salati pero' mi stuzzica parecchio.

  • Sarah B. dice:

    Pubblicato: 16 dicembre 2010


    Edda: ecco, sapevo anch'io che l'originale fosse con questi graham crackers, ma non li ho mai mangiati e non sapevo se fossero tipo i crackers salati nostri oppure qualcosa di più simile ad un biscotto.
    Ti ringrazio per la spiegazione :)

  • Bucaneve dice:

    Pubblicato: 17 dicembre 2010


    E' di una goduriosità svenevole...si può dire??? Non sarà grammaticalmente corretto, ma rende l'idea...da tuffarcisi dentro....quasi quasi ci provo, in barba all'intolleranza al latte...per una volta esageriamo!!!! Bravissima!!! Un bacio!

  • Dana dice:

    Pubblicato: 17 dicembre 2010


    Forse non è il posto giusto ma non riesco a trovare la tua mail. Il tuo sito è molto interessante, l'ho sbirciato sempre in silenzio ma ora che ho l'opportunità vorrei ringraziarti rigirandoti un premio che ho ricevuto sul mio giovanissimo blog www.teebriciole.blogspot.com Se ti fa piacere vieni a trovarmi. Non è necessario che tu renda pubblico questo commento se non lo ritieni opportuno. A presto, Dana

  • Carlotta DPDP dice:

    Pubblicato: 14 gennaio 2011


    wowowow! senza parole, è perfetto!!!!

  • serena dice:

    Pubblicato: 22 giugno 2011


    E se ha da esse ricca e calorica noi così la famo!!!!!! :))) che spettacolo!!! Io con gli occhi l'ho già mangiata...ora tocca alla bocca però!!! GNAM GNAM!!! Bravissima!!! Ciaooo

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 14 dicembre 2010

    By:

    Commenti: 31

    Categorie Post

    merenda, Torte