logo Sarah’s Kitchen Stories

Acqua di rose e…

Print page

ROSE 1

Questi petali essiccati di rose giacciono nella mia dispensa esattamente dall’ 8 agosto, giorno in cui sono tornata a casa dalla splendida vacanza parigina.
Li avevo segnati sulla mia “lista della spesa” tra gli acquisti da fare presso L’Epicerie de Bruno, vero paese dei Balocchi per gli amanti di erbe, spezie, sali, tisane e affini.
Come spesso accade (a me), una volta che so di avere in dispensa quel dato ingrediente che non riuscivo a reperire, subentrano due pensieri:
1. ora ce l’ho e posso farci quello che voglio, finalmente!
2. ora che ce l’ho non lo uso per non finirlo e restare poi senza!
Sul punto 2. mi dico da sola “bella stupida, così oltre a non usarlo lo fai anche andare in malora!”… Appunto, ma è il gene del conservo-tutto-con-cura-e-gelosamente-fino-ad-avere-LA-ricetta-per-usarlo che mi frega ;oP.

BICCHIERE 2

Insomma, finalmente mi sono decisa ad usare ‘sti benedetti petali di rose.
Per farmi l’acqua di rose ho messo a bagno un cucchiaino abbondante di petali in un bicchierino (di quelli da limoncello) di acqua: ho lasciato in infusione per circa 4 ore, perché avevo timore che il sentore di rose fosse troppo marcato, ma se volete fare un’acqua di rose aromatica al punto giusto lasciateli a mollo anche 7-8 ore.

BICCHIERE CHIARO credit

Non so a voi, ma a me l’acqua di rose fa subito pensare ai paesi mediorientali, ai quali associo facilmente i dolci veramente dolci, fatti spesso con frutta secca.
Le mandorle sono forse, coi pistacchi, quelle che prediligo: il pensiero dell’abbinamento mi ha portata al volo ai biscotti.
Biscotti profumati e delicatissimi, dove il profumo di rose è lievissimo e si fonde con le mandorle.

biscotti rosa 15

BISCOTTI ALLE MANDORLE ED ACQUA DI ROSE (adatti a celiaci, intolleranti ai lieviti ed ai latticini)

Ingredienti per 40-50 biscotti

400 gr di farina di mandorle
200 gr di zucchero vanigliato
2 albumi
2 cucchiai di acqua di rose
un pizzico di cannella
un pizzico di sale

per la glassa reale

200 gr di zucchero a velo
2 cucchiaini di acqua di rose
1 albume

Preparazione

Mescolate tutti gli ingredienti fino ad avere un composto omogeneo e leggermente appiccicoso.
Avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo a riposare in frigo per un’oretta.
Accendete il forno a 150°.
Spolverate il piano di lavoro con poco zucchero a velo e stendete l’impasto: ritagliate i biscotti, metteteli sulla teglia rivestita di carta forno e poi in forno per circa 15 minuti (più che cuocere devono asciugare).
Fate raffreddare su una griglietta.

Intanto preparate la glassa, mescolando gli ingredienti ed ottenendo una glassa non troppo liquida.

biscotti rosa 2

Immergete i biscotti ormai freddi a testa in giù, lasciate scolare la glassa in eccesso e rimetteteli ad asciugare sulla griglia.
Decorate se volete con perline o codette e lasciate asciugare almeno un paio d’ore.

biscotti mandorla e acqua di rose

 

  • Gloria dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Che profumo! Anche a me l'acqua di rose fa pensare ai paesi mediorientali e ai loro dolci...

  • Francesca dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Sara, questi biscotti sono una meraviglia!!! Per il sapore, originalissimi e per la decorazione, molto raffinata!!! Sei bravissima!!!
    Franci

  • *_Priscilla_* dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Arrrrrghhh tu mi inciti al dolce delinquere!!! Mammma mia che roba spettacolosa!!!!

  • Marjlou dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    buon giorno Sarah!
    sono deliziosi questi biscottini...
    ...comunque il tuo blog lo trovo davvero bello e quindi l'ho messo nella lista di quelli che seguo sul mio di blog : (polvere di peperoncino), spero la cosa non ti dispiaccia!
    Ti auguro un buon inizio di settimana!

  • felix, but not the cat dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    devo assolutamente provarli! ma dove li trovo?

  • dolci a ...gogo!!! dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    nn oso immaginare il sapore di questi biscotti altrimenti vorrei addentarne uno subito attraverso il monitor,per nn aprlare del profumo che amaneranno!!!bacioni imma

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Francesca: grazie :)

    Pri: in effetti questi danno una certa "spinta" ;P

    Marjlou: figurati se mi dispiace, ne sono onorata. Ti ringrazio :)

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Felix: o passi da me e li trovi fatti oppure... Per caso intendi dove trovi i petali di rose?

    Imma: sono delicatissimi. Il sapore prevalente è sicuramente quello delle mandorle, ed il profumo di rose è lieve ma sposa benissimo.. :)

  • Lauretta and Mary dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    che incanto!! sembrano dei biscottini da favola...
    Per i petali di rose (poichè Parigi non è proprio di strada)dici che in erboristeria li troviamo??

    baci

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Direi che l'erboristeria può essere la strada migliore :)

  • Laura dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Ma tu guarda che biscotti particolari, chissà che buoni!!!
    Bravissima ;)

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Grazia Laura :)

  • Alem dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    ma quanto sono belli?????
    Hai fatto bene ad aspettare se questo è il risultato.

  • Saretta dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    io sono come te, compro e stivo finoa data da destinarsi, si può?Sti biscottini sono l'apoteosi della leggiadria e della raffinatezza, che belli!bacione

  • dada dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Sei riuscita con questi biscotti a tuffarmi in un mondo dolce, incantato e mediorientale ;-)
    Anch'io ho le stesse rose provenienti dallo stesso negozio ;-) ma non ho mai osato farci l'acqua, pensavo il sapore non sarebbe stato abbastanza pronunciato. Devo provare! Buon inizio settimana

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Gloria, Alem: grazie ragazze :)

    Saretta: dev'essere un gene insito nel nostro nume che porta gli stessi deficit :P

    Dada: anche tu, davvero? Che bello!
    Per l'acqua, guarda: nel giro di mezz'ora, se la "sniffi", ne sentirai già l'aroma. Per farla passare tutta servono diverse ore in immersione, ma il risultato è delicatissimo e davvero piacevole.
    Buonissima settimana a te :)

  • sononera dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Wow! troppo buoni!
    e che ne dici di usare l'acqua di rose per una prelibata pastiera napoletana?

  • Fiordilatte dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Hai fatto delle foto magnifiche Sarah! Così...romantiche!
    Io son fortunata e i boccioli di rosa li trovo in un negozietto vicino a casa :P a peso d'oro ma li trovo.
    Buona giornata!

  • terry dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Che bella idea per utilizzare l'acqua di rose!
    Io non l'ho mai fatta, prendo quella bio, la classica, ricavata dalla distillazione dell'olio essenziale, ne basta un tocco, così intensa...mi fa sognare il profumo!
    Mi segno quest'idea!
    brava!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Sononera: ....ehm....mi vergogno troppissimo a fare questa confessione....ma...non amo la pastiera (ok, mi metto al muro col cappello da asino :D).

    Terry: con quell'acqua di rose forse si dovrebbe calibrare un po' la dose, perché secondo me è molto più potente della mia ed i biscotti rischiano di sapere "di profumo": però è fattibile anche con quella, usandone -come dici tu- qualche goccia solamente ;)

  • Elga dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Una bellissima poesia traspare da questo post, bellissimi scatti e ottimi biscotti!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Fior: guarda, l'intento delle foto voleva essere proprio quello, ma non mi convincevano affatto. Il fatto che tu abbia usato proprio l'aggettivo "romantiche" mi risolleva il morale! :)

    Elga: ma grazie! Come dicevo qui sopra a Fiordilatte, l'intento era proprio quello, ma non ero granché convinta di esser riuscita a "catturarlo". Leggervi però mi solleva parecchio ;)

  • stefi dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Bellissim Sarah, straordinari e perfetti, quasi da non mangiarli per non rovinare un così puro dolcetto!!!!

  • Giò dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    il profumo dell'acqua di rose sarà per sempre associata a mia nonna. grazie per questi biscottini che mi ricordano una persona cara!

  • Alice dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    bellissimi e profumatissimi questi biscotti! adoro l'aroma alla rosa, mi ricorda quando ero bambina e mangiavo il gelato alla rosa al mare...io sto aspettando con impazienza che nella mia drogheria arrivi l'acqua di rose, così faccio macarons a manetta!!!
    baci!

  • Virò dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Biscottini bellissimi che mi segno subito!

    A proposito di dolci mediorientali con la frutta secca, ho assaggiato recentemente per la prima volta la Baklava che mi è piaciuta tantissimo.
    La ricetta che ho seguito prevedeva uno sciroppo all'arancia ma so che si può preparare anche con l'acqua di rose...


    p.s. domanda stupida: quelli che hai comprato sono normali petali di rosa o sono trattati in qualche modo per uso alimentare?

  • Ilaria dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Non sono un amante dell'acqua di rose, ma devo farti i complimenti per questi biscotti stupendi!

  • Luciana dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Ciao carissima, questi fiorellini e farfalline sono molto carini e delicati...da provare...un bacio

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Giò: che bello, anch'io adoro quando un post mi fa risalire ricordi legati alla nonna o alla mia infanzia. Ne sono felicissima ;*

    Stefi: sì, son bellini, ma a mangiarli son anche meglio ;P

    Alice: che meraviglia, il gelato alla rosa? Mai visto né assaggiato, dev'essere delicatissimo.

    Ilaria, Luciana: grazie :)

    Virò: che buona la Baklava, io ne mangerei teglie su teglie, altro che quadretti...
    Sono semplici petali di rose non trattati ed essiccati: il fatto di non essere trattati li rende poi adatti all'uso alimentare.

  • Puffin dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    questi biscotti sono stupendi!
    bravissima:-)

  • Simo dice:

    Pubblicato: 15 marzo 2010


    Teneri e delicati quei biscottini...anche l'acqua di rose sai fare, ma sei bravissima, complimenti!

  • Ago dice:

    Pubblicato: 16 marzo 2010


    Sarah...scusa, ma vuoi dire che hai ottenuto l'acqua di rose con i petali essiccati? Fantastico!!!!!
    Nel mio tirocinio in Tunisia, nei miei giri culinari nelle famiglie dei miei amici (:-D) mi son trovata sempre di fronte l'acqua di rose homemade, ma nessuno di loro mi ha voluto dire come l'avessero ottenuta...o almeno, mi avevano spiegato, ma da come dicevano loro, era un lungo procedimento di filtratura dei succhi, ecc....insomma, una roba strana! Se riesco ad ottenre la vera acqua di rose con questo procedimento, ti ringrazierò davvero a vita cara ragazza! ;-****
    Ti mando un bacione gigantesco
    Ago :-D

  • marifra79 dice:

    Pubblicato: 16 marzo 2010


    Oh Sara,quale meravigliosa atmosfera si percepisce in questo post!Brava,buoni i biscotti e bellissimo il post!Un abbraccio

  • roberta dice:

    Pubblicato: 17 marzo 2010


    eccomi!!!! che bello una ricetta anche per me!!!!!!!!!! (ovvio sono celiaca!!!)
    Grazie! :-D
    Roby

  • Elga dice:

    Pubblicato: 20 gennaio 2011


    In mezzo a tutte le ricette della blosfera me li ero dimenticati. Io amo l'acqua di rose, e messa nei dolci mi fa impazzire, avevo fatto anche un cake e altri biscottoni. insomma mi fa impazzire! Proverò anche i tuoi!

  • Liretta dice:

    Pubblicato: 29 maggio 2011


    Molto belle le foto del blog, non ho parole!!!

  • riccarda dice:

    Pubblicato: 22 maggio 2014


    Ho visto che c'è una grande ricerca di prodotti di rose ad uso alimentare. Io ho un'azienda agricola in cui coltiviamo espressamente Rose Antiche da petalo ad uso alimentare, con cui produciamo non solo acqua di Rose (che però ha una vita breve) ma anche sciroppo, gelatina dolce, gelatina agrodolce e mostarda. Questi prodotti sono più stabili e possono essere conservati fino a oltre 2 anni. Lo sciroppo di rose sostituisce l'acqua di rose, tenendo conto che però contiene già zucchero.
    Va precisato che queste rose non sono trattate in alcun modo e sono innaffiate con acqua di fonte, poi lavorate a mano e confezionate senza conservanti...quindi 100% biologiche!
    Se volete provarli telefonatemi al 3387052197.
    A presto e buone rose a tutte!
    Riccarda

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 15 marzo 2010

    By:

    Commenti: 37

    Categorie Post

    biscotti, Etnico