logo Sarah’s Kitchen Stories

Sa fregula sarda…

Print page

fregula 3

Ci sono quei piatti che ti vengono in mente così, in un attimo.
Niente di strambo o accostamenti arditi, ma sapori in cui ti rifugi quando hai voglia di piatti familiari.
Quando ho sentito sul palato il sapore di questa strepitosa Ricotta di Bufala, così ricca, cremosa, setosa e vellutata, mi è parso di toccare il cielo con un dito.
Una ricotta veramente al top.
Ormai per chi mi segue da un po’ leggere di una ricetta con un formaggio protagonista richiama alla mente subito la rubrica CacioRicette di Qualeformaggio: infatti oggi è nuovamente il mio turno! 🙂
La cosa meravigliosa che già sapevo ma che man mano che la rubrica prosegue mi riempie di ancor maggiore consapevolezza è che la qualità di questi prodotti è indiscutibilmente superiore: anche una profana come me percepisce la qualità del prodotto al primo assaggio.
Ho assaggiato formaggi di cui non ho trovato pari (ad oggi) nella grande distribuzione, e questo mi spinge ad essere sempre più convinta su questo progetto: dare più visibilità possibile ai piccoli produttori che riescono a darci formaggi tanto buoni da animali al pascolo, nutriti senza porcherie e non bombardati di farmaci.

Stavolta, per questa ricotta così ricca e “grassa”, l’accostamento all’acidità del pomodoro ed alla freschezza dei cipollotti è venuto spontaneo.
[Apro parentesi sui pomodori. A parte quei 4 che vedete in foto per far scena in questa stagione è meglio usare pomodori pelati, che hanno il sapore di pomodoro e non di acqua sporca. In estate invece andate beatamente di succosi  e profumatissimi pomodori freschi]
Ho voluto però proporvi il tutto non in una pasta o in un risotto, ma con la fregula sarda: la fregula si ottiene bagnando con acqua la semola all’interno di un cestino e facendo con la mano un movimento circolare, ottenendo così piccole palline (che verranno divise a seconda delle dimensioni in piccole, medie o grosse) e successivamente tostate in forno. Le sue dimensioni possono variare dai 2 ai 6 millimetri.
L’accostamento al pomodoro per la fregula è tutt’altro che inusuale, il resto è venuto da sé.
Per la ricetta, come sempre, vi rimando direttamente QUI

 

  • Benedetta Marchi dice:

    Pubblicato: 25 gennaio 2012


    Quei formaggi devono davvero essere qualcosa di sublime!

  • Nicole dice:

    Pubblicato: 25 gennaio 2012


    Una ricetta italianissima per apprezzare al meglio i sapori delle nostra fantastica terra, bravissima! :D

  • Reb dice:

    Pubblicato: 25 gennaio 2012


    Dite tutto quello che volete, ma la verità è che più di tutto (persin più della ricotta di bufala che pur mi sollucchera) a me piacissimi tu!

  • breakfast at lizzy's dice:

    Pubblicato: 25 gennaio 2012


    Che meraviglia, questo piatto lo adoro già!
    cosa non dev'essere la ricotta di bufala!! :)

  • Sarah FragolaeLimone dice:

    Pubblicato: 25 gennaio 2012


    ...pensa come stai messa :P :**

  • Marina dice:

    Pubblicato: 25 gennaio 2012


    Io amo il formaggio in ogni sua più piccola declinazione e soprattutto amo mangiarlo all'interno di preparazioni inconsuete, quindi questo piatto per me è super ;)

  • Su dice:

    Pubblicato: 26 gennaio 2012


    What a fabulous dish... I just love fresh mozarella, and I believe this is truly heaven :D

  • Viviana B. dice:

    Pubblicato: 26 gennaio 2012


    Semplicemente perfetto. Tutto.

    (E sono anche d'accordo con te circa la storia dei pomodori)

  • Marco dice:

    Pubblicato: 26 gennaio 2012


    Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 25 gennaio 2012

    By:

    Commenti: 9

    Categorie Post

    Antipasti, primo piatto