logo Sarah’s Kitchen Stories

Vol-au-vent anarchici…

Print page

volauvent 1

Leggi da Adriano che ti rimanda da Lory e finisci per fare qualcosa di ancora diverso!
In sintesi questo ciò che mi è accaduto.
Passo sul blog di Adriano e leggo la ricetta della finta sfoglia, fatta con Philadelphia: lui dice che potrebbe derivare da quella di Lory, realizzata con la ricotta ma senza giri di pieghe.
Guardo in frigo, ho la ricotta (ne ho anche di più, 350 gr, toh, dev’essere proprio destino!), burro c’è, farina pure.
Ok, decido di fare la ricetta di Lory coi giri di pieghe di Adriano.
Adatto le dosi alla quantità della mia ricotta, peso farina, sale e burro e mescolo, poi aggiungo il primo contenitore di ricotta: apro il secondo e….”Ahhhhhhh, la muffa nooooo!
Scaduta prima della data di scadenza: ed io ovviamente avevo già mescolato tutto il resto.
“No, non ho il cuore di buttare tutto… Proviamo ad andare avanti e vediamo che succede.”
Faccio le pieghe, mi pare asciutta da morire, mi dico che verrà ‘na schifezza, eppure insisto.
Faccio i 3 giri di pieghe a 3, faccio riposare, stendo, taglio, inforno: sfoglia!
Non ci potevo credere: mancavano ben 100 gr di ricotta sulla ricetta eppure è venuta lo stesso.
Cosa?
Non ci credete?
Beh, giudicate voi allora! ;o)

p.s: la rifaccio di sicuro con le dosi giuste la prossima volta. Vorrei vederne le differenze: questa era ben sfogliata e friabile (si vede anche in foto), e bella croccantina.

NdA IMPORTANTE: le dosi che ho usato io rendono impossibile arrotolare la pasta, perché troppo asciutta. Quindi pollice verso per croissants ed affini. Se si fanno invece i vol-au-vent, che sono solo da ritagliare coi dischetti, allora va bene.
Se volete fare dei cornettini salati NON usate questa dose. Dalle foto di quelli di Adriano invece mi pare che l’impasto sia sufficientemente malleabile in quel caso, quindi eventualmente lanciatevi con quello.

volauvent 3

VOL-AU-VENT DI FINTA SFOGLIA, UN PO’ DI LORY, UN PO’ DI ADRIANO, POCO POCO MIA :o)

Ingredienti per un sacco di vol-au-vent da circa 5 cm di diametro (non li ho contati, scusate)

350 gr di farina 00
250 gr di ricotta (se seguite quella “giusta” ne servono 350 gr)
200 gr di burro morbido a tocchetti
2 pizzichi di sale

Per il ripieno scegliete ciò che preferite

Preparazione

Con una forchetta mescolate tutti gli ingredienti, fino ad ottenere un insieme di bricioloni tutt’altro che regolari: metteteli in pellicola dando la forma di un rettangolo (alla bell’e meglio), chiudete la pellicola e dimenticate in frigo fino al giorno seguente.
Il giorno dopo stendete il composto in un rettangolo, che sarà ancora molto irregolare- e piegate una prima volta in 3: mettete a riposare in frigo, poi eseguite nuovamente questa operazione altre due volte, ogni volta girando di 90° l’impasto (se volete vedere i passaggi guardate qui).
Una volta fatto lasciate ancora in frigo un’ora, poi stendete l’impasto.
Se volete ottenere dei vol-au-vent ritagliate dei cerchietti col coppapasta (i miei sono di circa 5cm di diametro): una metà la lasciate così, e dall’altra invece ritagliate ulteriormente col coppapasta subito più piccino, ottenendo del cerchietti sottili: questi saranno il bordo.
Spennellate con un poco di latte i dischetti e sovrapponeteci il bordino ricavato.
Proseguite così fino a terminare gli ingredienti.
Con una forchetta bucherellate al centro i vol-au-vent, spennellate con un poco di latte anche i bordi ed infornate a 200° per circa 10 minuti, o finché saranno dorati.
Lasciate raffreddare su una griglietta del forno.

volauvent 8

Una volta freddi farciteli con quello che preferite.
Io ho improvvisato un ripieno con mozzarella, poca panna, prosciutto cotto, sale, pepe, noce moscata e parmigiano: ho frullato il tutto, ottenendo una crema soffice, ho riempito i vol-au-vent (potevano venire molto meglio con una sac-à-poche che io non ho) ed ho decorato con un ciuffetto di maggiorana.

volauvent 4

Nota: fatta con le mie dosi, troverete il composto molto asciutto quando lo dovrete stendere. Sembrerà di non  riuscire a cavarne nulla, ma il risultato alla fine c’è.
Rispetto alle foto di quella di Adriano credo che la versione con le dosi “originali” permetta alla pasta di alzarsi ancora di più.

 

  • Ciboulette dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2010


    Ma ormai per te la sfoglia non ha segreti, Sara!
    Ad ogni tentativo, esperimento, riproduzione anarchica fai passi da gigante!
    Mi sa che mi ero persa la sfoglia di Adriano e dimenticato quella di Lory, cosi' ora mi tocca fare un bel recupero, e senarmi questa sfoglia non il 50% (piu' o meno) in meno di burro, che e' un'anti-bomba calorica :))
    Brava, ancora :))

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2010


    Cib: a forza di dai e dai, pure una zuccona come me poi ce la fa :D
    Se ti eri persa le loro ricette sono orgogliona ;) di avertele riportate alla luce: sì, lo so, per la dieta non sono proprio il massimo...Ma pensa quando posterò i croissants integrali, fra qualche giorno... Lì è peggio, sai? :P
    Bacione

  • Cris dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2010


    mamma mia guarda cosa sei riuscita a tirar fuori..sei un genio!:D
    La finta sfoglia è da tempo che voglio provarla, mi attira troppo!

  • Giò dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2010


    ma allora sei una maghetta!!bellissimi e buonissimo anche il ripieno...
    è da quando l'ho vista da Adriano che la voglio fare, proprio con la ricotta, mi frena solo il burro, che io sarei un pochino a dieta....

  • Virò dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2010


    Ho sempre pensato di essere un po' "anarchica inside"...questi vol au vent me lo confermano: li proverò per l'antipasto di Pasqua!

    Se li provi con le dosi di ricotta originali e ti sembra che il risultato sia migliore lo rendi noto? Così mi regolo sulle dosi da seguire...

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2010


    Cris: sì, un genio incompreso dalla ricotta :D Tocca che riporvi a farla con le dosi giuste, ma stavolta compro la ricotta e faccio subito, così non mi frega più :)

    Giò: frenava anche me per quel motivo, ma la curiosità mi si mangiava :)

  • La Titti dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2010


    Wow, semplicemente fantastici!
    Vedi che a volte ad improvvisare vien fuori una meraviglia?
    Certo che certe ricette a quest'ora non le dovrei guardare...vado a cucinare, sennò svengo!
    Buona serata!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2010


    Titti: eh, tutta fortuna cara, credimi. Sai le ciofeche che ho tirato fuori, improvvisando? Ogni tanto mi gira bene, tutto lì ;)

    Virò: se pensi di farlo direttamente per pasqua, senza prove precedenti, fidandomi ciecamente di Adriano e Lory, ti consiglio di fare la loro dose. Per tranquillità mia.
    Se dovessi rifarli con la dose giusta prima di Pasqua mi sbilancerò a far paragoni, sicuramente ;)

  • Francesca dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2010


    Tesoro... sono venuti meravigliosi!!! E golosissimo anche il ripieno!!!
    Franci

  • Alice dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2010


    mitica! avevo adocchiato anche io quella finta sfoglia...poi se me la chiami anarchica per le dosi.. ;) sono ancora più accattivanti!!!
    bbbbona la spuma di cotto...gnam...comunque complimenti! ti sono riusciti perfettamente!

  • Micaela dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2010


    sei troppo brava... io non ho mai provato a fare la sfoglia in casa eppure mi piacerebbe provare!! approfitto delle tue sperimentazioni! un bacione.

  • Laura dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2010


    Hai visto, ci hai messo del tuo ed è venuta bene lo stesso, anzi benissimo!!!
    Io invece ho provato quella di Adriano e mi è piaciuta tantissimo, l'ho postata ieri, se ti va passa a vedere!!
    Ciao ^.^

  • Nanny dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2010


    Io con questo genere di sfoglia combino ancora dei pasticci,spero presto di avere questo risultato,fantastico!

  • Vicky dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2010


    Con tutta la ricotta saranno meno croccanti.. a vederli sembrano perfetti così!

  • dauly dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    avevo addocchiato anch'io la finta sfoglia da adriano, ma la quantità di burro per me è comunque eccessiva, purtroppo devo accontentarmi di addentare il monitor davanti a questi aggiornamenti!!

  • il sapore del verde dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    Davvero interessante... in cucina davvero "non si può mai dire"! Ciao. Deborah

  • cielomiomarito dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    Questa sì che è interessante! Complimenti per l'intraprendenza e per il conseguente ottimo risultato :)

  • Lory dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    Tesora mia mi hai fatto morire dal ridere con il tuo sottotitolo ;-))
    Mi nonna,che oggi nn cè più,avrebbe pensato che siamo tutti matti,una cosa che per lei era solo sinonimo di povertà,per noi è qualcosa da provare anzi da fare assolutamente ;-))
    Grazie per aver ricordato ancora una volta questa semplice meraviglia ;-)

  • Lory dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    Dimenticavo ma lo sai che ti voglio davvero un bene grande ? ;-)))

  • dolci a ...gogo!!! dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    la trovo davvero perfetta questa sfogli sprint per una come me che nn ha mai tempo!!! e poi il risultato è eccellente secondo me ci vengono anche dei cornetti sfogliati invitanti:-)grazie per la dritta baci e se puoi mi raccomando aspetto al tua cheesecake per il mio coontest, nn mancare!!!Imma

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    Francesca, Alice: grazie ragazze :)

    Micaela: la sfoglia "sfoglia" vera e propria nemmeno io, ma ormai non mi fa più paura. Alla prima occasione mi butto senza indugio! :)

    Laura: sì, ci ho messo del mio con la iella nera della ricotta che scade prima della scadenza effettiva, altroché :) Ho visto la tua,è venuta davvero bene!

    Nanny: ormai ho capito che con la sfoglia (e tutti i prodotti che richiedono giri/pieghe) l'unica cosa è provarci qualche volta: poi si assimila il procedimento e gestirla diventa semplice ;)

    Vicky: in effetti questi sono croccantini, anche più di una semplice sfoglia classica. Dovendoli farcire è perfetta perché si riesce a gestire bene l'umidità dei ripieni, ma suppongo che facendola con le proporzioni indicate originariamente venga qualcosa di più leggero e più simile ancora alla vera sfoglia.

    Dauly: basta farli e farli mangiare agl'altri ;) Ne vengono una carrettata di piccini con queste dosi, magari per un buffet.. :)

    Deborah: davvero! :)

    Cielomiomarito: grazie mille :)

    Lory: sono più che certa che ci prenderebbe per pazzi scatenati, altroché! Ed invece pensa te che genialata che si era inventata :)

    p.s: pur'io, sai? :*

    Imma: hai ragione la raccolta! E' un periodo un po' pieno ed ho circa 1000 cose per la testa. Cercherò di ricordarmene, giurin giuretta ;)

  • manuela e silvia dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    Ehi complimenti! ti son risuciti una meraviglia questi vol au vent!!
    Semplice il ripieno e molto delicato.
    Un bacione

  • wanda dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    Questo commento è stato eliminato dall'autore.

  • wanda dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    Che bello! Questo è proprio il destino: giusto stamattina andando in ufficio pensavo di voler fare dei croissant salati per Pasqua ma mi serviva un impasto adatto...direi che l'ho trovato!!! Grazie :))

  • wanda dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    sob...i complimenti però rimangono, vorrà dire che la userò per qualcosa di lineare o aggiungerò più ricotta :)) grazie cmq per l'ispirazione!!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    Wanda: ti ringrazio per il tuo commento, perché mi ha dato modo di aggiungere una cosa importantissima al post.
    NON usare questo impasto (le dosi mie intendo) per dei croissants. Non riusciresti mai ad arrotolarlo, si romperebbero inesorabilmente, è troppo asciutto.
    Va bene solo per dei dischetti o comunque steso e ritagliato: nel caso delle dosi originali invece mi pare sufficientemente morbido per poter essere lavorato anche a croissant.

  • Alem dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    la finta sfoglia è il progetto del mio week end... non vedo l'ora!

  • Acquolina dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    a me sembra bellissima! non l'ho mai fatta e resto ammirata!
    Ciao!
    Francesca

  • elenuccia dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    a te è venuta bene anche cambiando praticamente tutto...ma a me sarebbe sicuramente venuta una schifezza, mica supersfogliati come i tuoi :) ci vuole la mano felice per queste variazioni!!

  • Milena dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    Mi aveva colpito moltissimo da Lory e mi ero persa quella di Adriano: mi piace moltissimo l'idea di usare la ricotta in vece del burro.
    Mi sa che è la volta buona per imparare a sfogliare :))

  • Barbara dice:

    Pubblicato: 26 marzo 2010


    Ho letto la versione di Lory e di Adriano... e vedo che anche a te sono venuti molto bene! A me capita con lo stracchino quello che è capitato a te con la ricotta... scade prima di scadere... mah... intanto... grazie per tutti i consigli che hai dato!

  • Barbara dice:

    Pubblicato: 27 marzo 2010


    Sono talmente belle e invitanti che vorrei entrare nel video e rubarne una. L'impasto con philadelphia e' molto comune negli usa, io lo uso ogni tanto per are crostate, qua vedo che e' usato con un risultato diverso... sfogliato! Ciao

  • maia dice:

    Pubblicato: 28 marzo 2010


    ma che bel blog!! ti metto subito tra i miei preferiti

    buona giornata

    maia

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 25 marzo 2010

    By:

    Commenti: 33