logo Sarah’s Kitchen Stories

Colazione sfogliata…Finalmente!

Print page

croissants 11

Non so voi quante ricette di croissants abbiate provato: io ne ho fatte una valanga, tante da non ricordarmi nemmeno più quante. Però azzardo, una quindicina sicuramente.

Quello con le uova, quello senza, tanto burro, meno burro, impasto diretto o impasto indiretto, lievito di birra o lievito naturale.
Insomma, tanti.
Con alcuni ho ottenuti risultati osceni, con altri decenti, un paio sono niente male.
Con questi sono davvero finita su un altro pianeta e poi ridiscesa.
Di Luca Montersino avevo già fatto i bomboloni: ottimi sì, ma non è che con altre ricette non fossi stata soddisfatta: mi erano meno rognosi ecco.
Ma questi…
Io croissants così sfogliati, così vuoti all’interno a casa non ero mai riuscita a riprodurli.
Ci ero andata vicina con questa ricetta, ma niente di paragonabile a questi.

Si capisce da queste foto quanto sono “leggeri” e vuoti?

croissants in posa 3 credit

Certo, il virgolettato su leggeri è d’obbligo perché tutto sono fuorché poco calorici: di burro ce n’è, e pure tanto. E’ comunque quello che fa la differenza, insieme alla qualità della farina.

Io questa ricetta non l’abbandono più: ci ho messo troppi tentativi e troppi anni a trovarla, ma così è davvero il massimo.

Il prossimo passo sarà trovare una versione integrale altrettanto buona.

croissants in posa 7

CROISSANTS SFOGLIATI (da una ricetta di Luca Montersino: video qui)

Ingredienti (io ho dimezzato le sue dosi)

per il lievitino
112 gr di acqua
250 gr di farina forte (nel mio caso W 340)
35 gr di lievito di birra fresco
per l’impasto
150 gr di zucchero
75 gr di burro
225 di uova (nel mio caso erano 4 uova circa)
150 gr di latte (io ho usato 15 gr di latte in polvere e 150 gr di acqua)
15 gr di sale
1 cucchiaino colmo di malto (se non l’avete usate miele)
500 gr di farina W 340 (io qui ho levato 4 cucchiaini di farina ed ho aggiunto 2 cucchiaini di farina multicereali e 2 di farina di farro integrale)
1 cucchiaio di germe di grano (facoltativo, l’ho messo io)
10 gr di lecitina di soia* (facoltativo, l’ho messa io)
1 bacca di vaniglia (io non l’ho messa, ho usato la scorza di 1/4 di limone)
per sfogliare
375 gr di burro di ottima qualità
 
* il perché della lecitina di soia l’ho spiegato qui, proprio in occasione di un altro posto sui croissants: scendete nel post e trovate foto e spiegazione ;o)
Preparazione
La primissima cosa che faccio e levare il burro dal frigo la sera prima della realizzazione dei croissants, così da ritrovarlo con la consistenza ideale al mattino.

Il mattino seguente prendo il burro necessario a sfogliare e lo metto tra due fogli di pellicola: lo stendo fino ad ottenere un rettangolo regolare, lo avvolgo nella pellicola e lo metto a riposare nella parte meno fredda del frigo.

panetto burro

A questo punto si inizia dal lievitino.
Il lievitino non ha nulla a che vedere con bighe o poolish, perché non è un impasto fermentato da preparare la sera precedente.
E’ semplicemente un panetto di acqua, farina e lievito da mettere a mollo in acqua tiepida (non superate MAI i 40°, state sui 35°) per riattivare il lievito, risvegliarlo dal freddo del frigo e farlo rendere così al massimo.

Prendete dunque gli ingredienti del lievitino, impastate tutto quanto e fate una palletta.

croissant lievitino

Appiattitela leggermente e mettetela a mollo nell’acqua tiepida: nel giro di circa 10 minuti vedrete che verrà a galla.

Collage lievitino croissants

Questo succede perché si è formata l’anidride carbonica all’interno dell’impasto, e vuol dire che è pronto per essere usato.
Aspettando che la palletta venga a galla potete portarvi avanti con l’impasto principale.
Mettete nella ciotola della planetaria la farina (o le farine nel mio caso), lo zucchero, (la lecitina ed il germe di grano) e cominciate ad aggiungere il latte in cui avrete sciolto il malto o il miele -se usate il latte in polvere e l’acqua mettete la polvere col resto degli ingredienti e iniziate ad aggiungere l’acqua-. Mettetelo in 3 volte, aspettando ogni volta che scompaia assorbito dalla farina.
A questo punto fate la stessa cosa con le uova: aggiungetele una per volta, aspettando un minuto tra un inserimento e l’altro, facendo prendere bene i liquidi alla farina.
Una volta aggiunte le uova mettete l’aroma scelto (vaniglia, limone o quel che preferite).
Avrete impastato per una 10ina di minuti, ed a questo punto il lievitino sarà quasi sicuramente già venuto a galla: strizzatelo bene ed aggiungetelo all’impasto.
Lasciate lavorare la macchina finché il lievitino sarà completamente amalgamato, poi iniziate ad aggiungere il burro morbido, in 2-3 volte, aspettando sempre che l’impasto lo inglobi prima di fare altre aggiunte.
Da ultimo mettete il sale e fate incordare benissimo.

A me sono stati necessari 40 minuti di lavoro con l’impastatrice per avere il composto bello incordato.

Collage impasto incordato

Avvolgete l’impasto in pellicola e mettete in frigo a riposare.
Qui Montersino non dice quanto tempo debba restarci, ma io ho lasciato un’ora e 30 ed il risultato è un composto assolutamente non lavorabile a mattarello e gonfio di lievitazione: molto diverso da quello che lavora lui.
Ho notato che lui, pur parlando di frigo, prendeva il panetto dal freezer, così ho pensato metterlo in freezer per vedere se si riusciva ad avere qualcosa di simile.
L’ho lasciato in congelatore un’ora abbondante, ottenendo un panetto finalmente gestibile.
Ho steso l’impasto in una striscia, lunga abbastanza da poter mettere al centro il panetto di burro ed avvolgerci sopra la pasta: a questo punto voi vi aspetterete delle foto che io, grazie alla batteria fetente e maledettissima della mia reflex, non ho potuto fare!
Se non siete pratici del procedimento di giri necessari a sfogliare l’impasto guardatevi i suoi 3 video che ho linkato accanto al titolo della ricetta: se invece già sapete come ci si muove, dovete piegare 3 volte in 3 (se non ricordo male il video in cui lo spiega è il secondo).
In questo momento io ho temuto di dover gettare tutto perché penso di aver usato il panetto di burro ancora troppo freddo, nonostante l’avessi tolto dal frigo da un po’: il burro durante i giri restava effettivamente imprigionato nell’impasto, ma era a piccoli blocchetti, come dei piccoli iceberg che galleggiano nell’oceano.
Nel suo video l’impasto sembrava molto più omogeneo del mio.
Alla fine ho deciso di proseguire lo stesso, giusto per eventualmente imparare dai miei errori una volta seguente.
Una volta fatti i 3 giri si mette l’impasto in frigo a riposare, avvolto nella pellicola, per almeno un’ora.
A questo punto lo riprendete e lo stendete in un rettangolo o in un quadrato regolari.

Qui ero di nuovo in possesso della reflex e si vede piuttosto bene cosa intendessi con “iceberg nell’oceano”: vedete tutti quei pezzetti di burro? Ero terrorizzata fossero troppo integri e che rompessero l’impasto in cottura..

croissants 2 credit

Ora si procede con i tagli a triangolo per formare i croissant: vi metto la foto-collage di una precedente ricetta: il procedimento è lo stesso:

Collage cornetti 2

Ora spennellate i croissants con tuorlo e panna in parti uguali e lasciate a lievitare al caldo per un paio d’ore, o finché saranno belli lievitati.

croissants 6 credit

Accendete il forno a 190° e, una volta a temperatura, infornate i croissants: nel mio caso ci sono voluti circa 15 minuti di cottura.

Collage croissant

Nota: con questa dose ho ottenuto circa 25 croissants. Devo dire che anche il giorno seguente hanno retto abbastanza bene, ma la cosa migliore da fare sarebbe quella di poterli consumare freschi di volta in volta. Essendoci molto burro il prodotto perde molto della sua fragranza una volta cotto ed “invecchiato”.
La cosa migliore è procedere così: seguire la ricetta fino alla formatura dei croissants. A quel punto, senza farli lievitare, si mettono in freezer.
Quando voleste consumarli, la sera precedente prendere quelli che volete cuocere, li mettete sulla teglia rivestita di carta forno e lì lasciate a temperatura ambiente fino al mattino.

Il mattino seguente dovreste ritrovarli scongelati e lievitati, pronti per passare in forno ed allietarvi la mattina ;o).

EDIT: della serie “donne coraggiose” Federica si è lasciata plagiare dal mio post su questa meravigliosa ricetta e…guardate che meraviglie ha sfornato! Bravissima Federica!

 

  • Federica dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Così di prima mattina è un ATTENTATO!!!! Come si fa a resistere a non dar morsi al monitor????? Sarah sei troppo brava ^_^
    Un bacio, buona giornata

  • Laura dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    E se sono belli e sfogliati!
    Sono meravigliosi.
    Brava, brava!

  • Lory dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Ok visto che sei stata bravissima ,la colazione in montagna la preparerai tu e non ci sono storie..ahahahahah!
    Brava brava e ancora brava!

  • arabafelice dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Si che si capisce!!!! sembrano saltare fuori dal monitor!!!
    Anche io, come te, avro' provato diciamo una decina di ricette: una paio, mi hanno decentemente soddisfatto, anche se mai al 100%...ma ora, di corsa provero' la tua!
    Grazie!

  • chabb dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Spettacolosi, sei stata proprio brava!! Complimenti

  • Simo dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Fantastiche...bucano lo schermo.
    E chissà che buone...
    Sono senza parole, davvero!!!

  • fiOrdivanilla dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    cccièèè ma sono la fine del mondoooooooooooooooooo!!!
    sigh .. ma vuoi dire che, quindi, senza impastatrice mi è impossibile da fa'? e se uso le eliche delle fruste elettriche ?? :(

    p.s. che burro usi tu?? io pensavo di prenderne uno buono francese alla METRO :)

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Federica: no dai, non mordere il monitor, ti prego! ;)

    Laura: grazie mille :)

    Lory: Mais oui biensur. Croissants e funghi, che dici? ;P

    Araba: guarda, sono rimasta perplessa quasi per tutto il tempo della realizzazione, convinta che la sfogliata fosse stato un totale disastro. Invece...
    Fossi in te, da 10 a 11...l'undicesima la proverei. Nel mio caso è decisamente la volta buona! Ora vorrei provare a farne di integrali ;)

    Chabb: ma grazie :)

    Simo: sono davvero squisiti, e soprattutto "leggeri" :)

    Fior: ehm... Io senza impastatrice non credo sarei mai riuscita a farlo incordare. Secondo me se si volesse provare a farlo senza bisognerebbe provare riducendo un po' i liquidi, perché forse renderebbe più agevole la manipolazione.
    Il problema è che poi diventerebbe un'altra ricetta, essendo scalibrata, quindi non so quale sarebbe il risultato finale...
    Per il burro io uso quello della Jaeger (questo qui: http://www.milchwerk-jaeger.de/user/frameless.php?id_seite=1108978040&parent2;=2) lo trovo al Lidl ed è ottimo.

  • manuela e silvia dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Dopo tanti tentativi, ci sembra che questi ti siano riusciti perfetti! son sfoglaiti che è una meraviglia! complimenti!!
    baci baci

  • Federica dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    wow complimenti!!un capolavoro!!

  • marsettina dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    è una visione paradisiaca!

  • Marianna dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    mamma mia complimentiiiiiiiiiiiiii ci sei riuscita alla grandeeeeeeee...speriamo vengano anche a me...anche se mi sono prevista di provare in settimana quelli di paoletta atto2...baciiii

  • Sofy dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Fare dei croissant decenti è un mio sogno...i tuoi sono perfetti!!!complimenti ed immagino il profumo nella tua cucina!!un bacione!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Manu e Silvia, Federica, Marsettina: grazie :)

    Marianna: ne ho fatti anch'io una delle varianti di Paoletta, non ricordo quale. E' stata l'unica, insieme ad una di Piergiorgio Giorilli (che però non ho mai postato) che si avvicinasse a queste. Tu prova, sono sicura che verranno splendidamente!

    SOfy: ecco, il brutto del blog è proprio quello di non poter far sentire i profumi... Ma il nasone elettronico se lo inventeranno anche per il Web prima o poi, e lì si salvi chi può! ;P

  • Alem dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    ecco.. anche io volevo fare i cornetti questo week end!! :(

  • cinzietta dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    mizzzzzzica Sara!!! la prima foto buca letteralmente il monitor!
    viene voglia di afferrarlo. Io li ho fatti un paio di volte con svariate ricette, ma ho sfogliato sempre con la margarina per pasticceri, chè con il burro e le nostre temperature non sono stata capace.
    bravissima!

  • mammafelice dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Che spettacoloooo!

  • dolci a ...gogo!!! dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    che meraviglia cara con queste meraviglie la giornata inizia proprio alla grande!!!sembra di sentirne il profumo!!!chissa se mai un giorno mi cmenterò la trovo un aperazione titanica per me:-) bacioni imma

  • Laura.m90 dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    ti seguo da un po , ma è la prima volta che scrivo...e lo faccio per una buona causa :)
    indovina (posso darti del tu?) cosa ho in frigo??? l'impasto per croissants di luca m.!
    io ho il libro, e ti posso dire che deve essere lasciato in frigorifero per 10-12 ore (così tanto??? io l'ho preparato ieri sera)
    ma te non hai trovato difficoltà con il lievitino??? (dalla foto mi sembra proprio di no!) perchè l'acqua indicata per la farina che ho usato era davvero poca... :(

    Laura

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Ragazze grazie mille!
    Spero ci proviate tutte a farli perché meritano davvero. :)

    Laura: son sempre imbarazzata quando qualcuno che scrive la prima volta poi mi dice che già mi leggeva ed io non lo sapevo ;P Quindi, prima di tutto, ti dico benvenuta, anche se già passavi di qui.

    Punto 1. DEVI darmi del tu, non rispondo ad altro ;)

    Punto 2.Sul riposo di 10-12 ore. Nel video (ché il libro ancora non ce l'ho, e mi sono appoggiata a quello) lui non aveva dato tempi di riposo nel frigo, perciò vista la tutto sommato alta dose di lievito prevista credevo potessero bastare 2-3 ore, quelle necessarie al rassodamento della pasta.
    Quando vedevo che lievitava e che non era sodo a sufficienza ho optato per il giro nel freezer: credo che se lo avessi lasciato tutta notte "solo" nel frigo sarebbe esploso nella pellicola, perché in pochissimo tempo era quasi triplicato di volume (e lo avevo riposto nel ripiano basso, quindi quello più freddo).
    Quindi ecco, al di là della mia esperienza personale non so dirti...

    Punto 3. Il lievitino. Sì, ho dovuto aggiungere, a occhio, 30 gr di acqua forse.
    Io credo che lui dia un'indicazione di massima del rapporto acqua/farina, che in questo caso è 1:2.
    Poi le farine ricche di glutine (nel mio caso decisamente forte, con W340) assorbono maggiori liquidi, quindi l'aggiunta di eventuale acqua è normale.
    E' il motivo per cui io, se la reflex non mi abbandona nel momento clou, faccio sempre anche le foto dei passaggi: se si vede la palletta che si deve ottenere e si vede che l'acqua usata non arriva a crearla si aggiunge per raggiungere quel risultato. La foto aiuta secondo me moltissimo in questi casi.
    Io suppongo che Montersino abbia dato la dose "supposta" di acqua necessaria per le farine più forti che sa reperibili in commercio nei vari super, sicuramente non forti come quelle professionali e quindi che assorbono un minor quantitativo di liquidi.
    La mia, essendo una farina piuttosto forte e sicuramente maggiormente ricca di glutine rispetto alle farine da supermercato, aveva necessità di un goccino di acqua in più (e a questo punto suppongo sia stato lo stesso per te). :).
    Però sul resto dei passaggi le dosi non ho dovuto modificarle, i liquidi erano perfetti.

  • Luciana dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Ma, ma cosa vedono i miei occhi!!! ma sono pefetti, complimentissimi...anche la descrizione è molto dettagliata e sono cotti al punto giusto!!!
    Anche se è passata l'ora di colazione, uno lo accetto volentieri...un bacio Luciana

  • sononera dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Mii, come sei brava...come fa male alla mia dieta vedere ciò..
    ho una richiesta: quando mi farai una buona ricetta per pizza fatta in casa! io di te mi fido!!!

  • lena-53 dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Bravissssssima!!!!!!!!!!!!!
    Questi croissant sono FAVOLOSI!!!!!!!!!!!!
    Un abbraccio, Lena.

  • rossella dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Ciao Sarah, vedere questa delizia, fa venire una voglia di farli, anche io come te ne sto provando svariate di ricette, ma niente e' simile a questa , solo che non ho l'impastatrice e poi l'operazione cosi' complicata mi spaventa molto!!! Per il momento ti faccio tutti i miei complimenti piu' grandi e chissa' che un giorno non prenda il coraggio e mi cimenti in quest'opera titanica!!! Bacioni cari!!!

  • Saveurs et Gourmandises dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Un plaisir et pour le yeux et pour le palais.
    BRAVO! Croissants très réussis.

  • mikki dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    sono uno spettacolo ...... veramente brava!!!!!!!!!!!!!

  • cris dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    proprio stamattina che non ho fatto colazione mi fai vedere queste meraviglie???? il post è bellissimo e le brioche....beh per quelle non ci sono parole!

  • Francesca dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Ciao Sarah!! Ho scoperto il tuo blog perchè ho saputo della tua vincita dall'amica Ammodomio... Acci che meraviglia questi croissant!! Complimentissimi!! Imparerò da te anche qualcosa di fotografia... forse, eh eh!!
    Ciao!!
    Franci

  • Cristina dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    che meraviglia sarah, la foto della sfogliatura è spettacolare, rende, rende benissimo l'idea! ma bravissima!!!

  • Micaela dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    sei stata bravissima, la sfoglia è perfetta! un bacione!

  • Alice dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    ma sono perfetti!!!!
    poi la prima foto del post è crudele eh...mi sembrava di aver la testa direttamente dentro al croissant, volevo mordere il monitor!!!!!
    buoniiii
    bacissimi

  • Vicky dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Brava! Io sto facendo quelli di paoletta, li ho anche ripubblicati, ma per quanto adoro Montersino devo proprio provare anche i suoi!!!

  • Giò dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    MAGNIFICI!! l'aspetto è da urlo, applauso e triplo bis!!...adesso posso svenire con tranquillità....

  • terry dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Arrivo io e ti dico che non ne ho fatta manco una di ricetta...e quando vedo queste creazioni resto basita e ammirata!
    bravissima!
    domani vengo a far colazione de te!
    ottime le foto dei passaggi!
    grazie!:)

  • Laura dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Sono splendidi e perfetti!!!!
    Bravissima ;)

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Sononera: qualcosina da parte avrei..Ti interesserebbe la pizza in teglia, quella alta, o quella sottile?

    Lena: grazie :)

    Rossella: in effetti l'impastatrice qui aiuta parecchio, ma so di una persona su Coquinaria che ha realizzato proprio questa ricetta senza l'aiuto di impastatrici... Se ce l'ha fatta lei, non vedo perché non tu. :)

    Saveurs: t'entendre dire ça me fais vraiment plaisir, merçi beaucoup :)

    Mikki: grazie :)

    Cris: cavoli scusa, non volevo istigarti giurin giuretta ;)

    Francesca: beh, benvenuta allora e grazie mille dei complimenti! ;)

    Cristina, Micaela: grazie ragazze :)

    Alice: la prima donna fagocitata da un gigantesco croissant, te l'immagini? :P

    Vicky: se ti ispira Montersino devi provarci. I suoi bomboloni mi erano piaciuti molto, ma questi non hanno proprio paragone con nessuna delle altre ricette di croissants fatte prima, almeno di quelle provate da me ;)

    Giò: prendo i sali o ti sei ripresa spontaneamente? :P

    Terry: se quella maledetta batteria della reflex non mi avesse abbandonata sul più bello c'erano anche i giri di sfogliatura... Grrrr

    Laura: ti ringrazio :)

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Luciana: anche se è passata l'ora di colazione uno te lo offro più che volentieri... Del resto è quasi ora di merenda, no? ;P

  • mari_angela dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    spetta-co-la-ri !!!! :)))))

  • Ciboulette dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Sarah, chapeau con triplo salto carpiato! Fai passare questo periodo di contrizione e poi vedi se non provo questa ricetta! Ho letto anche la nota sulla lecitina, molto interessante, conoscevo le sue proprietà di emulsionante (so che si usa nella preparazione del cioccolato) ma non anche di stabilizzante. Un bellissimo post, brava davvero!

  • Giuky dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    oh mio dio che bei cornettoni!!!!!:)
    sono splendidi..:)mi sono innamorata di loro:)
    complimenti!:)

  • Anonymous dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    Sarah ,tra le tue foto spettacolari e i video di Montersino dove,come suo solito,sembra tutto così facile quasi quasi prima o poi mi cimento!!
    Ciao bella,complimenti per foto e croissant!!!
    Rita

  • dauly dice:

    Pubblicato: 1 marzo 2010


    incredibile, mentre guardavo le foto sentivo il profumo di croissant e cappuccino, sto vaneggiando dalla voglia!!

  • Barbara dice:

    Pubblicato: 2 marzo 2010


    Appena si è aperta la pagina del tuo blog... sono stata travolta da questa meraviglia che all'una di notte mi ha fatto tornare fame! Ma scherzi?!?!? Uno così fatto in casa non l'avevo mai visto (nè tantomeno fatto!!!). Mi segno la ricetta e appena posso la provo! Bellissimi i cornetti, bellissime le foto e bravissima tu!!!

  • Roxy dice:

    Pubblicato: 2 marzo 2010


    Anch'io ne ho provati tanti e anche a me gli unici che hanno dato davvero soddisfazione sono stati quelli della ricetta di Paoletta!! Questi però si vede proprio che devono essere fantastici...assolutamente da provare! Baci

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 2 marzo 2010


    Mari_angela: grazie :)

    Cib: sìsìsì, non vedo l'ora che il periodo di contrizione finisca così puoi farli e giudicarne la meraviglia! :D

    Giuky: questi cornetti cominciano ad avere diverse ammiratrici: tra un po' ci sarà da mettersi in coda :P

    Rita: dai dai, lasciati abbracciare dalla tentazione, su su su... Io più di così non posso fare per convincerti, lanciati! :D

    Dauly: allucinazione olfattiva da croissant. Comunissima, credimi (almeno a casa mia) ;)

    Barbara: sììììììììììììììì, dai dai provaci anche tu!

    Roxy: se ti va di cimentarti (ed hai già evidentemente esperienza con quelli di Paoletta) falli.
    Sono davvero speciali: vorrei rifarli tra un po' con una variante integrale, sempre ammesso che non ci pigli un attacco di colesterolo prima!

  • stefi dice:

    Pubblicato: 2 marzo 2010


    Bellissimi!!!!Golosi da morire!!! Ho anche io i video di Montersino ma ancora devo provare!!!!!
    Buona settimana!

  • alessandra dice:

    Pubblicato: 2 marzo 2010


    Sarah il limbo delle croissant è colmo di gente ma nessuno vuole mai uscirne, sarà perchè sono fantastiche?!?!non si puo' non peccare ,le tue sono meravigliose!Ale

  • Forchettina Irriverente dice:

    Pubblicato: 2 marzo 2010


    Che meraviglia .. come rosico .. anche io dovrei trovare il modo di farli senza macchina .. la vedo dura ...Bellissimi, sono rimasta senza parole e con la pancia vuota !!! Baci Manu

  • Federica dice:

    Pubblicato: 5 marzo 2010


    Ciao Sara, scusa ma sono un po' tonta e non mi è chiarissima una cosa. Metti in frigo solo dopo aver terminato tutti i giri di pieghe oppure lasci riposare una mezz'ora anche tra un giro e l'altro?
    E consiglieresti di mettere direttamente in freezer o di lasciare in frigo per una notte (ho visto in uno dei commenti che si paerlava di 10-12 ore)? In effetti nel video Montersino tira fuori il pacchetto da freezer...
    Grazie 1000, un bacione

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 5 marzo 2010


    Stefi, Alessandra, Manu: grazie ragazze :)

    Federica: il riposo tra un giro e l'altro è tutto di guadagnato, sia dall'impasto che per te che devi stendere, perché è molto meno nervoso e tende ad essere più facilmente gestibile.
    Un riposo di mezz'ora in frigo (nella parte bassa, quella più fredda) io te lo consiglierei caldamente.
    Questione freezer: io li ho fatti dalla mattina alla sera, ma ho notato che in frigo lievitano parecchio nel giro di poche ore. Però tutta la notte nel freezer mi pare davvero troppo: secondo me se li si volesse fare la sera per la mattina si potrebbe abbassare la dose di lievito, magari da 35 gr a 25, e lasciarlo in frigo la notte.
    Ovvio che in quel caso anche i tempi seguenti di lievitazione si allungherebbero.
    Sto però parlando per ipotesi.
    La mia idea è che sarebbe il caso di provare la prima volta a farli in giornata e rendersi conto di come si comporta l'impasto, ed in base a quella gestirsi.

  • Federica dice:

    Pubblicato: 6 marzo 2010


    Grazie Sarah, credo che proverò stasera a impastare con 25gr di lievito lascindo in frigo tutta la notte. Domattina, se la pasta non è sufficientemente soda da poterla stendere la passo un po' in freezer. Ti farò sapere il risultato...ammesso che risca ad arrivare in fondo!!!
    Un bacio, buon week end

  • Morena dice:

    Pubblicato: 7 marzo 2010


    Eeeeccoli..sono tornata da poco e sono subito corsa a vedere se li avevi postati..ho pensato a questi croissants tutta la settimana...
    in settimana se riesco li voglio provare!!

    Bravissima!!!
    ciao ciao!!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 8 marzo 2010


    Morena: bentornata! Aspetto il tuo riscontro se li farai ;)

  • Federica dice:

    Pubblicato: 8 marzo 2010


    FATTIIIIIIIIIII ^_^! Li ho impastati sabato sera e lasciati lievitare tutta notte in frigo usando 25gr solo di lievito. I tempi dopo la formatura non sono cambiati! Ho tremato ad incorporare il burro come te ma alla fine è andata. Non saranno perfettissimi ma io sono più che soddisfatta. Se ci vuoi dare un'occhiata sono qui
    http://notedicioccolato.blogspot.com/2010/03/gira-la-sfoglia-gira.html
    Un bacione e grazie ancora ;))

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 8 marzo 2010


    Sei stata fenomenale!
    Sono passata da te e sono venuti splendidamente.
    Anzi, ora ti aggiungo nel post tra le coraggiose che si sono cimentate :)

  • Emi dice:

    Pubblicato: 12 marzo 2010


    Ton blog est très beau!!! Que de bonnes choses!! Et ces croissants..... huuumm

  • burrofragola dice:

    Pubblicato: 19 marzo 2010


    Mi sa che ti rubo la ricetta!!!Le foto sono veramente invitanti! Complimentoni!

  • kemikonti dice:

    Pubblicato: 12 maggio 2010


    Definitivamentre, indiscutibilmente, irrevocabilmente conquistata!
    (Il primo dolce che ho cucinato prendendo una ricetta dal web è stato il tuo bensone postato su cooker!)
    Un saluto
    Kemi

  • sara dice:

    Pubblicato: 12 maggio 2010


    Meravigliosi!

  • simo dice:

    Pubblicato: 31 maggio 2010


    li ho provati...ho sbagliato qualche passaggio...mannaggia però sono buoni!!! non sfogliati sembrano quelli comprati della bauli :( ti scivo per dirti che ho capito l'iceberg...il burro va inserito a temperatura ambiente!!! peccato l'ho scoperto solo dopo averli fatti....ti lascio il link dove li ha postati montersino...spiega bene anche i tempi di cui non parla nei filmati...
    http://www.alice.tv/Blog/lucamontersino/?page=4
    complimenti per il blog...è bellissimo...
    !!!mi fanno male i denti e la parola da verificare è caries...mi prende in giro???

  • Elena dice:

    Pubblicato: 17 giugno 2014


    Ciao! Anche io cercavo da tempo una ricetta dei croissants "vuoti" all'interno, volevo sapere delle informazioni: quale misure devono avere l'impasto steso e il panetto di burro? Nel passaggio precedente al taglio dei triangoli, quanto deve essere lo spessore dell'impasto?

  • Sarah Fel dice:

    Pubblicato: 17 giugno 2014


    Ciao Elena,
    Per le misure di pasta e panetto la cosa migliore è regolarti in base al panetto. Lo devi stendere in un "foglio" di circa 1 cm, e una volta che hai quello tirerai la pasta ad una grandezza sufficiente a coprirlo, inglobarlo, senza che i lembi di impasto si sovrappongano tra loro. Devono toccarsi.
    Per lo spessore prima dei triangoli, beh: più riesci a stenderlo sottile meglio è: l'impasto però a quel punto sarà difficile da tirare molto per la presenza delle placche di burro. Il mio sarà stato sul cm.

  • Sarah Fel dice:

    Pubblicato: 17 giugno 2014


    Comunque ti consiglio vivissimamente di vedere i video che ho linkato accanto al titolo della ricetta: vedendo lui ti chiarirai di molto le idee ;)

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 1 marzo 2010

    By:

    Commenti: 63