logo Sarah’s Kitchen Stories

Torta della nonna

Print page

[scroll down for the engish version of the recipe]

La torta della nonna, di quale non so ma sempre sia lodata 🙂
Girovagando per blog e per siti, comprando giornali, riviste e libri sugli argomenti più disparati e seguendo quelle (pochissime) trasmissioni di cucina che mi interessano, gli spunti per provare ricette nuove o per realizzare torte mai fatte sono innumerevoli.
Io ho una lista di ricette che prima o poi voglio fare lunga come la Divina Commedia, e nemmeno ho spulciato davvero tutti i 200 libri di cucina che ho.
In più c’è anche la voglia di poter condividere qui eventuali grandi scoperte, la ricetta che dovete-fare-assolutamente-è-troppo-buona… Tutte queste concause fanno sì che raramente mi metta a rifare preparazioni che ormai conosco bene, pur amandole alla follia.
Non so cosa abbia fatto scattare in me questa molla, fatto sta che qualche giorno fa mi è venuta una improvvisa voglia di torta della nonna: una cosa che più classica non si può…
Ho anche elaborato una mia personalissima teoria sul nome che le hanno affibbiato.
Si sa che la dicitura “della nonna” ha sempre almeno un paio di richiami nella nostra mente: prodotti buoni, genuini e della tradizione.
Come è possibile resistere a tale canto delle sirene culinario?
Sicuramente molti di voi hanno la loro versione di questo dolce, che si può variare leggermente qui e là col tipo di crema pasticcera usata, con frolle più o meno dolci… Fate come credete ma ogni tanto fatela: è davvero un piacere addentarla 🙂

TORTA DELLA NONNA CON CREMA E PINOLI

Ingredienti per uno stampo da 24 cm di diametro

frolla
500 g di farina 00
160 g di zucchero
250 g di burro
4 tuorli
scorza di 1 limone
1 pizzico di sale
acqua se serve

crema pasticcera
500 g latte intero
125 g zucchero semolato
4 tuorli
40 g farina 00
scorza di 2 limoni

80-100 g pinoli
zucchero a velo

Preparazione

Preparare per prima la crema pasticcera.
In un padellino mettere il latte e la scorza di limone a scaldare, mentre in una ciotola a parte mescolare i tuorli con lo zucchero e la farina.
Quando latte e panna saranno ben caldi versarli poco a poco sulle uova, mescolando bene: passando il composto attraverso un setaccio, versare nuovamente nel pentolino e portare a cottura la crema.
Mettere in una ciotola, coprire con pellicola a pelle (cioè direttamente a contatto della crema, così che non si formi la crosticina superficiale) e mettere in frigo a raffreddare.
Per la frolla mettere farina, zucchero, sale, scorza di limone e burro a tocchetti nel robot da cucina ed azionare fino ad avere le caratteristiche briciole.

Aggiungere i tuorli ed amalgamare: se il composto risultasse troppo asciutto aggiungere 3-4 cucchiai di acqua fredda.
Stendere metà della frolla, foderarci uno stampo da crostata da 24 cm di diametro e mettere in frigo a riposare.
Stendere l’altra metà su un foglio di carta forno, disporla su una teglia e tenere in frigo fino all’uso.
Accendere il forno a 175-180°.
Prelevare le frolle dal frigo e bucherellarle coi rebbi della forchetta.
Versare la crema pasticcera nello stampo, livellare e disporci sopra, delicatamente, il coperchio di frolla.
Aggiungere i pinoli qui e là sulla superficie del dolce ed infornare.
Cuocere a metà altezza per i primi 20-25 minuti, poi finire la cottura sul ripiano più basso del forno, così che la frolla cuocia bene anche sotto.
Far raffreddare il dolce, lasciarlo qualche ora in frigo e servire spolverizzato con poco zucchero a velo.

ENGLISH VERSION

Torta della nonna (“granny’s tart”: lemon shortbread filled with lemon custard, topped with pine nuts)

Ingredients (for a 24 cm tart)

lemon shortbread
500 g all purpose flour
160 g caster sugar
250 g butter, cold and diced
4 egg yolks
the zest of 1 lemon
1 pinch of kosher salt
3-4 tbs of cold water, if needed

lemon custard
500 g full fat milk
125 g caste sugar
4 egg yolks
40 g all purpose flour
the zeste of 2 lemons

80-100 g pine nuts
icing sugar

Method

LEMON CUSTARD
In a small saucepan add lemon zeste and milk.
Cook over medium heat without bringing it to a boil.
In a bowl whisk egg yolks, sugar and flour.
Once the milk is hot, add it (a bit at a time) to the egg mixture, stirring.
Once everything is well combined, pur everything again in the saucepan through a sieve, to remove the lemon zeste.
Bake the cream on low heat, whisking constantly, until the custard starts to thicken (it should be the consistency of a curd).
Remove from heat, cover with cling film and let it cool in the fridge.

LEMON SHORTBREAD
In the bowl of your stand mixer add the flour, the salt, the lemon zest, the butter and the sugar and wisk (with the paddle attachment) for one minute.
Add the egg yolks and mix until the dough starts to come together (if the dough is too dry, add some cold water, 1 tb at a time, until the dough is the right consistency).
Cut the dough in half, then form two discs. Wrap each disc with plastic wrap and refrigerate at least 1 hour.

Lightly flour work surface, top of dough and rolling pin.
Use yur rolling pin to roll out dough to a 12-inch circle (about 1/8-inch thick).
Be sure to check if the dough is sticking to the surface below — add a small amount of flour when necessary.
Check for size by inverting cake pan over dough round. To transfer dough to pan, starting at one end, roll dough around rolling pin then unroll over dish.

Gently press dough down into the pan so that it lines the bottom and sides of the dish. (Be careful not to pull or stretch the dough).
Then, use a knife or pair of kitchen scissors to trim dough to within 1/2-inch of the edge of the pan: prick holes in the dough with the help of a fork (this allows the steam to escape while it’s baking).
Refrigerate dough and roll the other half.

Preheat the oven to 356°F (180°C).

Take the pan out of the fridge, add the cream, cover it with the other disc of dough, sprinkle your pine nuts on top and bake in the middle of the oven for the first 20-25 minutes, then on the bottom, until the dough is lightly golden brown and pine nuts are toasted.

Let the tart cool completely, keep it in the fridge until ready to be eaten, sprinkled with some icing sugar.

 

  • Mascia dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    Ora ti stupiro' mai fatta e credo neanche mai assaggiata !! ma che testa ho ?!?!?!??!?
    Copio la tua e mi fido ciecamente, ti faro' sapere come mi è venuta !!

    Buon week end

  • Patrizia (melagranata) dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    Classica...e perfetta! Meravigliosa torta della nonna!

  • elenuccia dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    Io la trovo deliziosa. La chiamano della nonna ma certo mia nonna non si sarebbe mai lanciata in un dolce come questo...troppo "elaborato" per lei...era più da crostate, e come friggeva lei mai più :)

  • Benedetta Marchi dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    Classico si ma ogni volta riproposto con attenzione e amore in questo modo è ogni volta un dolce nuovo da riassaporare :)
    Un abbracio

  • Serena [verdepomodoro] dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    sembra paradisiaca!

  • Acquolina dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    la condanna delle foodblogger, sempre ricette nuove e non c'è più il tempo per quelle collaudate e buonissime come questa! ma per me è una novità, credo di non averla mai fatta (anche se mangiata sì...), ci credi? :-D

  • Stefania Orlando dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    Fatico molto a trovarne una versione che mi soddisfi, per cui la tua viene subito salvata e verrà provata quanto prima :-)

  • Sarah FragolaeLimone dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    Quasi non ti riconoscevo sotto "reali spoglie" :D

  • Sarah FragolaeLimone dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    Ma più che condanna io ho voglia di fare cose che non conosco, non tanto per pubblicarle qui -quello è il meno- ma proprio per mia curiosità :) Dovrei avere 4 stomaci come le mucche, così potrei fare 4 volte più velocemente tutto ciò che voglio :D

  • Ilaria dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    Ciao, anche io ho pubblicato una ricetta di torta della nonna la crema è la stessa anche io faccio quella di Paoletta, metto la maizena però al posto della farina.
    Proverò anche la tua versione senza ricoprirla con l'altro disco di frolla sopra.
    Complimenti per le foto sono deliziose come sempre.

  • Nicole dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    Anche io non ho ancora trovato una ricetta che da 10 e lode, il gusto era sempre ottimo ma la farcia non aveva mai la consistenza che volevo, proverò la tua! :)

  • AniceStellato dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    Felice che tu abbia pensato di rifarla! Adoro questo dolce ma non sono mai riuscita a trovare la ricetta giusta... proverò la tua! grazie

  • pannifricius delicius dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    Sai che non l'ho mai mangiata? È ora che mi aggiorni ;-)

  • le mezze stagioni dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    Un grande classico...:) Molto buono, ma finiamo sempre per sperimentare e provare ricette nuove! Devo rifarla! Buona serata!

  • Andrea.unreporteraifornelli dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    sarà anche un classico, se vogliamo banale (anche se un dolce non è mai banale), ma per farla a regola d'arte ci vuole studio ed esperienza: la tua ha tutta l'aria di essere una torta della nonna con i fiocchi!

  • Sabrina dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    Allora io non so di che nonna sia questa, ma ti dirò che la mia, di nonna al posto della frolla metteva il biscotto secco frantumato e legato con un poco di burro fuso e un uovo. Il resto preciso preciso. Ed è sempre buona e confortante. Ciao compagna di giochi...:))

  • donatella dice:

    Pubblicato: 10 febbraio 2012


    ma quant'è buona la torta della nonna??? è una vera torta confortante.. crema e frolla e poi i pinoli... mm che buona! bella anche la ricetta della crema!

  • Gianna dice:

    Pubblicato: 11 febbraio 2012


    buona!!! è uno dei miei dolci preferiti anche se la mia versione ha la pasta frolla anche sopra, a copertura. Con i pinoli "qua e la" ovviamente!

  • Valentina dice:

    Pubblicato: 11 febbraio 2012


    adorabile davvero, una di quei dolci di cui nonb ci si stanca mai!e che bellissime foto!

  • pane&marmellata dice:

    Pubblicato: 11 febbraio 2012


    anch'io ho una lista di ricette da fare lunga chilometri e chilometri e, spinta dalla voglia di provare sempre cose nuove, non capita spesso di rifare piatti anche se amati molto (salvo su richiesta ;-) )...però ogni tanto la lista può anche essere messa da parte se la ricetta è buona come questa!!!!deliziosa!!!!

  • dolcichiacchiere dice:

    Pubblicato: 11 febbraio 2012


    buoooona....questa me la scrivo...ciao katia

  • Ilaria dice:

    Pubblicato: 11 febbraio 2012


    E' in assoluto una delle mie torte preferite alla quale associo dolcissimi ricordi.
    Buon fine settimana.

  • bruna dice:

    Pubblicato: 11 febbraio 2012


    Mi fai venire voglia di andare in cucina a prepararla!
    Però non credo di usare quella ricetta di crema pasticcera, l'ho fatta una volta perchè Cansado ne tesseva grandi lodi ma a me è risultata un po' pesante.

  • Fausta dice:

    Pubblicato: 12 febbraio 2012


    Questa e' la classica torta della nonna,buona che sa di coccola e perfetta sempre.
    La tua e' un capolavoro.
    Un abbraccio e buona serata cara.

  • Dolce Benessere dice:

    Pubblicato: 12 febbraio 2012


    Un classico sempre perfetto da presentare! La semplicità e i profumi della nonna in cucina sono sempre i migliori..bravissima!

  • sere dice:

    Pubblicato: 15 febbraio 2012


    sì, questa la addenterei decisamente anche io. Ora si tratta solo di copiare questa meraviglia e sperare che venga altrettanto bene a me!

  • craftyjulia dice:

    Pubblicato: 18 febbraio 2012


    Queste foto sono bellissime, mi fanno voler mangiare la torta adesso! complimenti!
    Giulia

  • Alessia dice:

    Pubblicato: 27 febbraio 2012


    che bontà!

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 24 maggio 2019

    By:

    Commenti: 28

    Categorie Post

    Crostate, Torte