logo Sarah’s Kitchen Stories

Zuppa con cavolo nero

Print page

Non sono mai stata una grandissima amante delle verdure. Da piccola consumavo quelle che ero costretta a mangiare, lo stretto necessario a far stare zitta mamma che cantilenava il classico mangiala perché è buona e soprattutto ti fa bene. Non ho mai pensato che non fosse vero che mi faceva bene ma no, sul buono avevo di che obiettare. Crescendo poi i gusti cambiano, o semplicemente ci si rassegna al fatto che sì, la verdura va mangiata, e forse così facendo ci si lascia anche un po’ sorprendere dal fatto che, se preparati un po’ a modo, anche gli ortaggi possono avere il loro bel perché.
Il mio odio profondo è sempre stato più per le verdure invernali che per quelle estive, che ho sempre consumato senza alcuna fatica. Negli ultimi anni però ogni stagione fredda mi ha regalato l’apertura a qualche muova verdura che prima detestavo: la zucca in casa mia non è mai stata usata, ed invece non mi dispiace; lo stesso discorso vale per i broccoli, che ora sono forse l’ortaggio più presente sulla mia tavola nel periodo invernale; quest’anno è stata la volta del cavolo nero. Aspetto ancora l’anno miracoloso in cui riuscirò a deglutire il cavolfiore: quanto lo trovo magnifico e quanto non lo posso nemmeno immaginare nel mio piatto!

Tuscan kale

Dicevo: il cavolo nero.
Essendomi aperta alla famiglia dei cavoli da pochi anni tendo ancora ad essere diffidente.
Mi sono imbattuta spesso in meravigliosi mazzi di cavolo nero al supermercato, ed ogni volta titubavo, finendo per lasciarli lì.
Una volta tornata dall’ennesima spesa ho deciso di cercare qualche ricetta per provarlo e mi sono imbattuta in montagne di articoli che ne tessevano le lodi, soprattutto nutrizionali. Antinfiammatorio, ricco di proteine, di fibre, di acidi grassi (omega 3 e 6), di calcio; rinforza il sistema immunitario, abbassa la pressione, è disintossicante, antiossidante e chi più ne ha, ne metta. Se volete saperne di più vi consiglio questo articolo.
A quel punto mi sono decisa e l’ho comprato.
Ho pensato di farci una zuppa con cannellini ed una volta pronta… la sorpresa. Non so per quale ragione immaginavo avesse un sapore molto forte, invece è delicatissimo. E’ stata davvero una splendida scoperta.

zuppa di cavolo nero in pentola

ZUPPA CON CAVOLO NERO E FAGIOLI CANNELLINI

Ingredienti per 3 persone

300 g di cavolo nero (al netto)
1/2 cipolla gialla
1 litro di brodo di pollo
1 spicchio d’aglio tritato
2 cucchiai colmi di salsa di pomodoro
80 g di fagioli cannellini secchi e ammollati la notte precedente (circa 200 g da cotti)
pepe nero
peperoncino a piacere
olio extravergine d’oliva

Preparazione

Cuocere i fagioli in abbondante acqua per circa 40 minuti o finché saranno teneri. Scolarli e tenere da parte.
Portare a bollore una pentola piena d’acqua, tuffarci il cavolo nero precedentemente lavato, privato delle parti più dure e tagliato grossolanamente: scottare il cavolo per circa 3-4 minuti, rimuoverlo dall’acqua bollente e tuffarlo subito in acqua gelata, così da bloccarne la cottura. Tenere da parte il cavolo e conservare una tazzona della sua acqua di cottura.
Scaldare una pentola, aggiungere 2 cucchiai d’olio, la cipolla tritata e far cuocere a fuoco medio per circa cinque minuti. Aggiungere l’aglio privato dell’anima e tritato, il peperoncino e cuocere due minuti. Aggiungere i fagioli, la salsa di pomodoro, il brodo e portare a bollore: lasciar cuocere 5 minuti, poi scolare il cavolo dall’acqua e metterlo in pentola coi fagioli, aggiungendo se servisse l’acqua della sua precedente cottura.
Far insaporire qualche minuto, regolare di sale e pepe e servire ben calda, accompagnata da abbondante pane toscano tostato.

NdA: una volta consumata la mia porzione, mi sono ritrovata con della zuppa avanzata. Mi sono ricordata di avere in frigo 1 patata lessa grossa, avanzata dalla cena della sera precedente.
L’ho recuperata, tuffata nella zuppa e con un minipimer ho frullato tutto, ottenendo una squisita vellutata di cavolo, cannellini e patate.
Io ve le consiglio entrambe, ma forse forse la vellutata anche un pochino di più. Deliziosa davvero.

vellutata cavolo nero e patate testo

 

  • Avv_Marco_Divisi dice:

    Pubblicato: 9 gennaio 2015


    Quanto è buona! Ogni volta che me la prepari sono felice.

  • chiara dice:

    Pubblicato: 12 gennaio 2015


    La provo in settimana!!

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 7 gennaio 2015

    By:

    Commenti: 2