logo Sarah’s Kitchen Stories

I fratini della signora Emma

Print page

gamberi, pesce e fratini 8editededited

 

Il Carnevale a casa mia è iniziato prestissimo quest'anno… Solitamente non friggo mai prima di metà febbraio, a ridosso della fine delle festività, dedicandomi per lo più ai miei adorati crostoli ed alle castagnole.
Questa ricetta ha origini toscane e fa sempre parte dei miei ricordi famigliari.
Voi penserete che c'azzecchi tu con la Toscana? Non sei quella un po' del Lazio, un po' veneta, un po' lombarda e tanto svizzera?
Avete ragione, o meglio: è giusto che non lo sappiate perché non ve l'ho mai detto 🙂.
La ricetta in questione è quella dei fratini toscani ed alla mia famiglia è arrivata tramite la vicina di casa quarantennale di nonna che, col tempo, è anche diventata la sua più cara amica: la signora Emma appunto.
E' stata lei a far conoscere a nonna questa preparazione, in quel meraviglioso scambio culturale che è passarsi ricette di famiglia.
La signora Emma fa parte anche dei miei ricordi di bambina, quando da piccola andavo a passare qualche settimana di vacanza a casa dei nonni e passavo pomeriggi interi a giocare con sua nipote Giulia.
Informandomi un po' ho scoperto che la ricetta più tradizionale di questi dolcini sarebbe da realizzare col lievito di birra: si ottiene un prodotto molto simile a dei bomboloni.
Ora, io vi specifico questa cosa perché ritengo giusto cercare di riportare sempre e comunque gli ingredienti che più sembrano avvicinarsi alla tradizione.
Voi potete farli col lievito di birra, noi continuiamo a realizzarli come lei ci ha insegnato: i legami affettivi in questo caso sono più forti di tutto.
Ah… Le mani nelle foto però sono della mia nonna, eh? 🙂

gamberi, pesce e fratini 11editededited

 FRATINI DELLA SIGNORA EMMA 

 Ingredienti

3 uova
9 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di olio
1 bustina di lievito per dolci
scorza di limone (se piace)
1 presa di sale farina q.b

Preparazione

Mescolare tutti gli ingredienti pesati in una ciotola ed aggiungere farina poco alla volta, fino ad ottenere un impasto morbido ma lavorabile a mano: deve tendere ad appiccicare leggermente al piano di lavoro.

 collage nonnaeditededitedcollage nonna1editededited

Fare un salsicciotto da cui si ricaveranno dei bocconcini di impasto e da ogni bocconcino ricavare un rotolino appena più piccolo di un dito e lungo circa 12 cm.

 collage nonna2edited

Chiudere il rotolino a ciambella e depositare su un canovaccio, proseguendo fino ad ultimare gli ingredienti. Friggere, scolare su carta assorbente e rotolarli nello zucchero semolato oppure spolverizzare di zucchero a velo.

  gamberi, pesce e fratini 10editededited

 

 

  • le mezze stagioni dice:

    Pubblicato: 30 gennaio 2012


    Che meraviglia! Mi piace il tuo blog...e mi sono aggiunta ai follwer :D:D Buon inizio settimana!

  • Kitty's Kitchen dice:

    Pubblicato: 30 gennaio 2012


    No va bè Sarah! Questi sono speciali non li conoscevo ma son proprio irresitibili!

  • bruna dice:

    Pubblicato: 30 gennaio 2012


    Bellissima presentazione di questi invitanti dolci! Le foto con le mani della nonna sono molto tenere!

  • Sarah FragolaeLimone dice:

    Pubblicato: 30 gennaio 2012


    Ti ringrazio e benvenuta allora! Buonissima settimana anche a te :)

  • Sarah FragolaeLimone dice:

    Pubblicato: 30 gennaio 2012


    Sai che buoni sono? Una scemata da fare e davvero ottimi: i miei fianchi possono confermare :)

  • Sarah FragolaeLimone dice:

    Pubblicato: 30 gennaio 2012


    Grazie Bruna. Nonna me li aveva voluti fare per il pranzo domenica, poi il marito ne ha sbranati la metà, così ha pensato bene di chiedermi gli ingredienti perché potesse rifarmeli: potevo mica tirarmi indietro ;)

  • Patrizia dice:

    Pubblicato: 30 gennaio 2012


    Devono essere davvero deliziosi!! Da provare...Un bacio!

  • l'albero della carambola dice:

    Pubblicato: 30 gennaio 2012


    Oddio sarah ma che post dolce e delicato...questa ricetta mi piace da pazzi e la signora Emma è...un mito!
    Comlimenti
    simo

  • Dolce Benessere dice:

    Pubblicato: 30 gennaio 2012


    Ciao! Complimenti per la ricetta..è molto invitante! Devo chiederti una curiosità... secondo te, se invece di friggerli, provassi con una cottura in forno, dato la presenza di lievito?? Potrebbe essere un'idea?? =0)

  • Sarah FragolaeLimone dice:

    Pubblicato: 30 gennaio 2012


    Urca, mi cogli impreparata! :)
    Non li abbiamo mai fatti al forno ma tecnicamente in effetti dovrebbe essere fattibile, sia fatti col lievito per dolci che con quello di birra... L'unica sarebbe provare.

  • Francesca dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2012


    Buonissimi!! Che bello vedere le mani di tua nonna al lavoro sulla spianatoia!! Io non ho più le mie nonne.... mi restano i ricordi, preziosissimi!!!
    Franci

  • Ritroviamoci in Cucina dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2012


    Ciao, quando hai un minuto fai un salto qui. C'è un pensiero per te http://ritroviamociincucina.blogspot.com/2012/01/che-bella-sorpresa.html

  • Kika dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2012


    Ti ringrazio tantissimo! Appena ho un pò di tempo li provo volentieri..tanto sperimentare è uno dei miei sport preferiti!
    Grazie ancora..e se ti va di venirmi a trovare il mio blog è www.dolcebenessere.com..
    Un bacione!

  • Gio dice:

    Pubblicato: 31 gennaio 2012


    che belle queste ricette 'ereditate' sono quelle più buone perché fanno parte di una esperienza comune quindi sempre ben rodata
    e i tuoi fratini hanno un aspetto così invitante :P

  • pane&marmellata dice:

    Pubblicato: 1 febbraio 2012


    sembrano buonissimi!!!!ed è sempre bello vedere le mani di una nonna che lavrano!!!!non mi stancherei mai di guardare la mia!!!!complimenti!!!

  • Mascia dice:

    Pubblicato: 2 febbraio 2012


    Le mani della nonna mi piacciono da morire ...

  • Isabeau dice:

    Pubblicato: 2 febbraio 2012


    Che belle che sono...hanno proprio il sapore del carnevale in casa...mi piacciono molto!

  • Silvia - Profumo di cose buone dice:

    Pubblicato: 2 febbraio 2012


    Ciao! ti ho "scoperta" grazie a twitter, complimenti per il blog, da oggi ti seguo.
    Questa ricetta sarebbe stata perfetta per il mio contest "Le ricette...con la nonna", sono una fan delle ricette delle nonne e delle loro mani al lavoro, a presto :)

  • Sarah FragolaeLimone dice:

    Pubblicato: 2 febbraio 2012


    Ti ringrazio :)

  • Sarah FragolaeLimone dice:

    Pubblicato: 2 febbraio 2012


    Vero!
    Poi la signora Emma, poverina, negli ultimi anni non ha avuto davvero la vita facile, e anche questo ci ha legati di più alla sua ricetta...per noi sarebbero buoni anche se il resto del mondo dicesse il contrario :)

  • Sarah FragolaeLimone dice:

    Pubblicato: 2 febbraio 2012


    Ciao Silvia, piacere! :)
    Ti capisco, molte delle ricette che faccio abitualmente sono proprio eredità di nonna ;)

  • Sarah FragolaeLimone dice:

    Pubblicato: 2 febbraio 2012


    @tutte grazie dei vostri commenti, li faccio leggere man mano a nonna e le strappano un sorriso ogni volta :)

  • Acquolina dice:

    Pubblicato: 3 febbraio 2012


    bellissime foto! e i fritti delle nonne sono insuperabili!!!! :-)

  • simo dice:

    Pubblicato: 8 febbraio 2014


    I frati toscani pero' almeno quelli che faccio io hanno un altra ricetta senza le uova e con il lievito di birra al posto di quello da dolci e hanno tutta una lavorazone particolare poi

  • Sarah Fel dice:

    Pubblicato: 8 febbraio 2014


    Del lievito di birra sapevo, tanto che ne dico anche nel post, invece non conosco (perché non sono riuscita a risalire a qualcosa di sicuro) la ricetta "vera". Questa la faceva l'amica di nonna, così li chiamava e così li facevano nella sua famiglia.
    Se hai piacere di condividere la tua versione, volentierisssssssimo :)

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 30 gennaio 2012

    By:

    Commenti: 25

    Categorie Post

    Carnevale, Finger food