logo Sarah’s Kitchen Stories

Oggi son ferrata…;o)

Print page

ferratelle 6

Credo che, prima della splendida iniziativa di qualche mese fa delle 99colombe, molte persone non avessero idea di cosa fossero le ferratelle.
Poi, grazie alla diffusione di massa che il tamtam dei foodblogger ha creato attorno a Sorelle Nurzia, molti prodotti diciamo “di nicchia”, o comunque poco conosciuti fuori dal territorio di appartenenza, sono diventati sicuramente più conosciuti.
E’ stato sicuramente il caso delle ferratelle.
Queste cialde/biscotti io le conoscevo già, sia perché ero stata in vacanza in Abruzzo da piccola sia perché avendo una suocera di origini abruzzesi mi è capitato in questi anni di visitare un po’ questa splendida regione, approfittando anche dei meravigliosi prodotti che vi si trovano.
In più, di queste cialde ha memoria anche il mio fidanzato: mi diceva che, oltre ai pani ed alle pizze meravigliose che la sua nonna sfornava abitualmente, capitava che realizzasse anche le ferratelle, di cui i nipoti andavano matti.
Insomma, tra una cosa e l’altra, la curiosità di realizzarle aumentava, così l’estate scorsa, durante un mercato che già mi aveva “fornito” la chitarra per realizzare gli spaghetti, mi sono fatta comprare il ferro per realizzare le ferratelle (abruzzesi e non, se il suddetto avesse un nome specifico siete cortesemente pregate di farmelo sapere, così lo chiamerò in maniera adeguata ;o)).

collage ferratelle

In pratica si tratta di due piastre incise che, una volta arroventate, accoglieranno un pezzo di impasto che verrà pressato e su cui si imprimeranno i disegni.
Le ferratelle sono deliziose così, sgranocchiate come biscottini, ma io amo usarle col gelato: in quel caso a seconda dei gelati che servo mi piace aromatizzarle (che so: aggiungo del cacao, oppure un pizzico generoso di cannella, oppure della vaniglia…).
La ricetta che uso è quella che mi hanno dato assieme al ferro: ce ne sono indicate due varianti, le ferratelle morbide (al cui interno vi è anche del latte) e quelle dure.
Io preferisco le dure, proprio perché amo usarle al posto delle cialde da gelato, ed è la versione che vi propongo.

ferratelle 5

FERRATELLE DURE

Ingredienti per 20-25 ferratelle

2 uova
4 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di olio d’oliva leggero e fruttato (in alternativa olio di semi)
1/2 limone grattugiato
cannella a piacere
farina 00 q.b

Preparazione

Mettete in una ciotola tutti gli ingredienti, e da ultimo cominciate ad aggiungere la farina un poco alla volta, fino a che otterrete un impasto della consistenza simile agli gnocchi (un po’ più morbido di quello della pasta all’uovo).
Prendete un pezzetto di impasto, fate un rotolone e da questo ricavate dei pezzettini grandi come una noce: arrotolateli a pallina.

collage ferratelle

Arroventate il ferro per cuocere le ferratelle, con un pezzo di carta imbibito di olio “sporcate” le due facce del ferro, in maniera da ungerle leggermente: mettete al centro una noce di impasto e chiudete il ferro, pressando bene.
Fate cuocere, girando il ferro un paio di volte in maniera che entrambi i lati siano a contatto diretto con la fiamma durante la cottura.

Collage ferratelle

Quando la ferratella tenderà a staccarsi da entrambi i lati e prenderà un leggerissimo colore, levatela dal ferro e lasciatela da parte a raffreddare.
Proseguite fino a terminare l’impasto.

 

  • Virò dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Spettacolare l'aggeggino per le ferratelle!

    Quando penso di avere tutti gli accrocchetti che desidero ne salta fuori un altro che mi manca!

    Dal momento che sono una produttrice sfrenata di gelato, farò il possibile per averlo...

  • Mirtilla dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Accidenti che onore: il mio è il primo commento a questo splendido post! Volevo semplicemente complimentarmi con te per le spendide immagini e per la buonissima ricetta, anche io non conoscevo le ferratelle fino all'iniziativa di 99 colombe! Non sapevo che esistesse una "piastra" del genere, con tanto di intarsi per fare i disegni sulle cialde... bellissime e sicuramente deliziose, sopratutto se gustate insieme ad una pallina di gelato alla vaniglia!!! ;-) Complimenti!

  • arabafelice dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Sarah, che belle, sembrano ricamate.
    Le ho sempre viste in foto ma mai assaggiate...e devo dire che pagherei oro per quella piastra!!!
    Chissa' se a ROma la trovo...
    Un bacione.

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Mirtilla: l'iniziativa delle colombe è stato un arricchimento per moltissime persone, decisamente da ricordare. Grazie dei complimenti ;)

    Araba: secondo me a Porta Portese potresti anche trovarlo...Bacio ;)

  • Ambra dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Masono meravigliose!!!E poi fatte in casa...mmm...che delizia!!Bacio

  • Federica dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Le adoroooooooooooo, soprattutto la versione scrocchiarella! Essendo abruzzese ne ho mangiate a valanghe da bambina e a pensarci è davvero tanto che non le faccio. Il tuo ferro (credo non abbia altro nome specifico, si chiama proprio "ferro" da cui "ferratelle") è bellissimo e ti sono venute perfette ^_^
    La mia ricetta è un po' diversa, sono dimezzate le dosi di zucchero e olio, metto anche un goccio di liquore (sambuca o limoncello) e lascio la pasta molto più morbida, tipo una crema densa.
    Un bacione, buona giornata

  • Giovanna dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    buone ....vivo in abruzzo da 2 anni... anche io preferisco la versione dura delle ferratelle....adoro una versione che fanno solo ad Ortona nel chietino...le fanno aromatizzate...sanno di chiodi di garofano e cannella...credo che nell'impasto sia presente anche il vino....devo riuscire a trovare la ricetta...per poi condividerla con voi!!!!!!!Complimenti per le tue ferratelle a presto.

  • elenuccia dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Una volta sono stata in vacanza a Sulmona e ho visto queste piastre...ne volevo comperare una ma poi alla fine non ci sono riuscita....un vero peccato :-/
    Queste ciladine sono buonissime, anche io le preferisco croccanti e con il gelato sono meravigliose!!! Se tornerò in abruzzo questa volta non me la farò scappare.

  • Chiaretta dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Che bello il ferro, lascia dei decori stupendi!!
    Ho già acquistato quello per i Waffle e questo mi attira molto, ance se temo che il sapore di queste cialde sia simile ai waffle... cosa ne pensi? Un bacio!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Ambra: grazie :)

    Federica: infatti anch'io credo che il ferro non abbia altri nomi proprio per il nome delle cialdine, ma si sa mai :P
    La nonna del mio fidanzato le aromatizzava con l'anice, ma io non lo amo e non essendo previsto alcun liquore nella ricetta fornitami dal commerciante mi sono affidata a quella: ma le aromatizzazioni ci stanno una meraviglia!

    Giovanna: eh sì, a questo punto ti tocca metterti "a caccia" per girarci la ricetta! ;)

    Elenuccia: eh sì, tutto sommato poi è uno di quegli aggeggi da cucina che non ingombra poi tanto, rispetto a tutti i macchinari di cui amiamo dotarci ;)

    Chiaretta: non so per i tuoi waffle, ma la ricetta che uso io per farli da risultati diversi (io per i waffle o gaufres ne faccio versioni altine e morbide poi). Queste cialdine se fatte in versione così, sottili e croccanti, sembrano quasi "sfogliate", senza contare che potendo aromatizzarle come meglio credi il sapore lo decidi un po' tu...;) Un bacione a te

  • Chiaretta dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Ecco non dovevi dirmeloooo, ora la vogliooo!! :o)

  • Acquolina dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    sono perfette con il gelato e molto belle! ... che invidia... ;-D

  • Genny G. dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    io il ferro non ce l'ho, e non sai quanto l'abbia cercato.ma non so perchè è una di quelle caccavelle che non mi paice prendere su internet....è così legato alla sua terra, che mi piace trovarlo in loco:DDD
    un motivo in più per farci un week end?

    fino ad allora aspetterò...:D

  • Claudia dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Sarah, io mangio ferratelle con la nutella da quando ero bambina . Ho una casa al mare a Roseto degli Abruzzi e d'estate la mia merenda spesso era questa....ma questa forma è bellissima la voglio pure io dove l'hai comprata?????

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Acquolina: grazie ;)

    Genny: assolutamente d'accordo con te, non è lo stesso che acquistare una gelatiera o un minipimer. Ed è una scusa perfetta per un fine settimana di vacanza :D

    Virò: stessa cosa che succede a me. Quando mi dico "ok, ora ho tutto, non mi serve altro" capito su qualche blog/sito e capisco quanto mi stavo sbagliando...;)

    Claudia: mercatino di Tagliacozzo del giovedì ;)

  • Perla dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Beh, complimenti, vedo che sei ripartita alla carica! Un bacio

  • Elisakitty's Kitchen dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Sono bellissime!
    Ho trovato anche io in un negozio a Roma questi stampini (solo con la quadrettatura)
    ma ero indecisa se prenderli o no. Adesso che li vedo qui da te e vedo i tuoi bellissimi risultati quasi quasi...
    I miei complimenti!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Perla: naaaaa...pochino alla volta, ma ancora si fatica :)

    Elisa: qui lo sai, la parola d'ordine è "cedere" alle tentazioni, sempre. Quindi corri subito a comprare la piastra! :P

  • Perla dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Ed io ti rispondo: Chi ben comincia è a metà dell'opera! ; )

  • Valeria dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    sono bellissime, sembrano ricamate all'uncinetto! non ho mai avuto l'occasione di assaggiarle, ma le vedo bene con una bella macedonia e una pallina di crema!!

  • lucia dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    tu non ci crederai ma stamattina, mentre facevo colazione con le ferratelle Nurzia, ho proprio pensato che non mi sarebbe dispiaciuto provare a farle anche io, visto che ho comprato il ferro qualche mese fa e non l'ho ancora usato. in realtà aavrei voluto prendere quello per i gauffres, ma chi me l'ha venduto si è sbagliato: mi sono ritrovata con un bel ricamo da cialda che non so se è adatto ai gaufres (o gofri, come si chiamano in Val di Susa). Ora che ho la ricetta, ci provo!

  • Alice dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    il ferro per fare le ferratelle è stata una cosa che, quando io e mia sorella abbiamo lasciato il nido, è rimasta in mano a lei...sigh...
    comunque...a che ora posso farmi viva per il gelato? lo porto io eh?!

  • Simo dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    ...ma che meravigliaaaaa...son rimasta senza parole!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Perla: speriamo! ;)

    Valeria: e le vedi bene sì, nonostante tu non le abbia mai mangiate ;)

    Lucia: sembra messa lì apposta allora ;)

    Alice: quando vuoi, oggi è anche bello fresco ;)

    Simo: grazie, un bacio :)

  • paolaotto dice:

    Pubblicato: 15 giugno 2010


    Meravigliose davvero! bravissima come sempre. Quell'attrezzo ce l'ho anch'io ma non l'ho ancora utilizzato....mi sa che dovrò farlo al più presto! Grazie! paola

  • miciapallina dice:

    Pubblicato: 16 giugno 2010


    Che ti posso dire che non abbiano detto già tutti?
    E poi io aborro i commenti del tipo "Che bellooooo" "Che buonooooo" "Belle le fotoooooooo".....
    Però.....
    Però è davvero così, mia cara pupina, sono bellissime le tue ferrarelle, sono buone (di sicuro.... io le amo) e le foto sono da bavetta alla bocca!
    Quindi.....
    E siccome è giusto dare pane al pane e vino al vino.... è giusto dirti.... Che belleeeeee - Che buonooooooo - Che belle le fotooooooo!

    nasinasi stanchi

  • fra dice:

    Pubblicato: 16 giugno 2010


    Sono proprio belle, peccato non avere l'attrezzo per farle!

  • Federica dice:

    Pubblicato: 16 giugno 2010


    Sono meravigliose, sembrano gioielli!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 16 giugno 2010


    Paola: beh devi rimediare assolutamente, soprattutto se sei ferromunita! :D

    Micina: tesoro, tanto lo so che ci sei sempre, nascosta lì ma sempre presente... Un abbraccio forte forte

    Fra: a caccia subito! :D

    Federica: vero? Anche a me piacciono un sacco, tutte decorate...;)

  • nonnakia dice:

    Pubblicato: 17 giugno 2010


    da abruzzese doc ti propongo: prova le morbide farcite con la nutella!!

  • miciapallina dice:

    Pubblicato: 17 giugno 2010


    ... mi manchi.

  • Lory dice:

    Pubblicato: 17 giugno 2010


    Ma che spettacolo Sarah!!!
    provale anche salate vedrai quanto ti divertirai ;-))
    Manchi anche a me .non solo alla mcica lassù che non si decide uffi!! Però anche tu èèèèèèèèèè ;-(

  • Aniko dice:

    Pubblicato: 18 giugno 2010


    Troppo forte questo ferro!!
    Anch'io lo voglio!

  • Alex dice:

    Pubblicato: 19 giugno 2010


    Oddio, quasi mi emoziono a vederle! Da semiabruzzese le ho sempre comprate fatte al forno, mai pensato di farle in casa. Ma quel ferro è spettacolare.
    Brava, sembrano davvero dei ricami.

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 19 giugno 2010


    nonnakia: caschi su una non grandissima amante della Nutella, ma in casa ho un fidanzato nutelladipendente, quindi per amor suo è ben probabile che possa provarci ;)

    micina: :***

    Lory: hai ragionissima stella, c'è sempre qualcosa da fare e non c'è verso di riuscire ad organizzarmi un fine settimana per conto mio. Però credimi, se fosse solo per la voglia di vederti e venire lì a "pasticciare" ed imparare da te sarei già scesa almeno una decina di volte!

    Aniko: è come una droga quel ferro, a me fa questo effetto ;P

    Alex: grazie mille. Capisco la tua "quasi emozione": a me succede ogni volta che vedo in giro per il web ricette svizzere a cui sono particolarmente affezionata :)

  • nana dice:

    Pubblicato: 19 giugno 2010


    che belle!
    non avevo mai visto quest attrezzino!
    complimenti,comunque!

  • Lauradv dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2010


    Splendide queste Ferratelle che conosco bene e delizioso lo stampo! A fine luglio dovrei fare una scappata in Abruzzo e sicuramente andrò a cercare qualche ferro garbino (considerando che la mia cialdiera abruzzese mi ha abbandonato un paio di mesi fa...)
    Bacio

  • patty53 dice:

    Pubblicato: 20 giugno 2010


    Come sempre sei bravissima!!!deliziose...ti copio la ricetta un bacione!!!!!!!!!

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 21 giugno 2010


    Nana: ti ringrazio, sono contenta di sapere che qualche volta presento qualcosa di nuovo per qualcuno ;)

    Laura: eh sì eh, se vai in Abruzzo non puoi proprio mancare di prendere il ferro! Mi raccomando, eh? ;)

    Patty: come sempre gentilissima, ti ringrazio. Un bacione a te

  • fiOrdivanilla dice:

    Pubblicato: 25 giugno 2010


    sono splendide Sarah..

  • terry dice:

    Pubblicato: 29 giugno 2010


    che brava ti son venute uno splendore! perfette!!!
    io l'anno scorso in abruzzo ad Ortona (dove le chiamano pizzelle)) ho prese due piastre...una tonda simile alla tua, con disegno diverso però...e la classica rettangolare a losanghe che loro mi han proposto in versione morbida!... son la nostra versione nostrana dei waffles!:)

    cmq bravissima davvero!

  • Eleonora dice:

    Pubblicato: 16 settembre 2010


    Splendide le tue ferratelle..Ne ho mangiate sempre, e le amo con tutto il cuore, in entrambe le versioni: che golosona che sono!
    Mia madre è abbruzzese, e io vivo a l'Aquila da 4 anni, 4 anni in cui ho anche trovato l'amore della mia vita! E insieme a lui, le ferratelle (morbide - ma anche quelle dure ci stanno da dio) farcite di nutella della sua nonna: fantastiche!

  • Billy dice:

    Pubblicato: 1 dicembre 2013


    Davvero fantastiche!
    I ferri per pizzelle si possono acquistare anche on-line, date un'occhiata al nostro sito web! http://www.billyshop.it

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 15 giugno 2010

    By:

    Commenti: 43