logo Sarah’s Kitchen Stories

Un pane e…buon fine settimana!

Print page

pane cotto intero 1 credit


Ci ho messo qualche anno a far apprezzare al fidanzato pani diversi dal semplice e raffinato pane bianco.
Era abituato a quello, a casa hanno sempre acquistato quello ed è ovvio che lui prediligesse quello.
Il fatto però che fosse pane a lievitazione naturale, con un sapore più marcato del comune pane bianco con lievito di birra, mi ha fatto ben sperare sulla possibilità che arrivasse ad apprezzarne anche di altro genere.
E’ da qualche tempo che mi piace molto realizzare pani misti: misti di farine, con aggiunte di fiocchi e cereali, oppure pani alle noci (meraviglioso quello che avevo fatto qui partendo dalla ricetta del pane con castagne e pancetta della Scieffa scientifica).
Visto che ormai sono riuscita a far apprezzare questo genere di pane, colgo la palla al balzo e continuo a farne: fosse mai che l’uomo mi cambia idea! 😉


pane cotto intero credit


PANE MISTO (a impasto diretto)


Ingredienti per un filone


400 gr di farina 00
100 gr di farina di farro*
1 cucchiaio di germe di grano
1 cucchiaino di malto d’orzo*
2 cucchiai di crusca*
2 cucchiai rasi di farina multicereali**
1 cucchiaio di fiocchi d’avena bio**
10 gr di sale
10 gr di lievito di birra
330 gr di acqua
20 gr di olio (che potete anche sostituire con equivalente in acqua se non volete metterlo)


* acquistato presso i negozi Naturasì
** acquistato da Tibiona




Preparazione


Io ho lavorato con la planetaria, nulla vieta di impastare a mano: se è il caso seguite comunque l’ordine di inserimento degli ingredienti.
Versate nel bicchiere della planetaria le farine, il germe di grano, la farina multicereali, la crusca, i fiocchi d’avena ed il lievito fresco sbriciolato: aggiungete l’acqua (in cui avrete sciolto il malto) poco alla volta, facendo impastare a media velocità e dando alle farine il tempo di assorbire il liquido mano a mano che lo versate. Così facendo avrete anche modo di rendervi conto di quanti liquidi è in grado di assorbire la farina che state usando.
Una volta versata l’acqua lasciate impastare un minuto, poi aggiungete l’olio (se lo usate), dando sempre tempo all’impasto di assorbirlo.
Solo alla fine mettete il sale.
Fate lavorare la macchina finché l’impasto non sarà bello omogeneo ed incordato, prelevatelo dalla macchina ed impastatelo voi un minuto.
Chiudetelo a palla, mettetelo in una ciotola, coprite con della pellicola e lasciate lievitare in luogo tiepido, lontano da correnti d’aria.
Quando l’impasto sarà raddoppiato di volume prendetelo e stendetelo in un rettangolo approssimativo. Poi arrotolatelo (è lo stesso procedimento di folding che avevo usato per il pane alle noci di cui vi parlavo prima: sul post relativo trovate le foto) partendo da uno degli angoli, senza stringere: otterrete un salsicciotto.
Adagiatelo su carta forno, coprite e lasciate lievitare nuovamente.
Accendete il forno a 220°C inserendo una placca capovolta (io ci lascio dentro la pietra refrattaria, in modo che si arroventi) e quando è in temperatura spruzzarla con acqua.
Praticate delle incisioni sul pane (è da quelle che il vapore che si svilupperà all’interno troverà modo di sfogare), affondando per circa 1 cm nell’impasto, infornare (facendolo scorrere sulla pietra refrattaria aiutandosi con un angolo della carta da forno), spruzzare anch’esso abbondantemente (in questo modo si ottiene una bella crosta) e abbassare la temperatura a 200°C.
Dopo 10′ minuti abbassare a 180°C e cuocere per una mezz’oretta.
Il pane è ben cotto quando picchiettando il fondo, suona vuoto.



pane fetta credit

 

  • Ely dice:

    Pubblicato: 12 marzo 2010


    bellissimo questo pane e buone le farine che hai usato! me lo vedo già con un caprimo e un miele di castagno ciaooo Ely

  • Forchettina Irriverente dice:

    Pubblicato: 12 marzo 2010


    E' un panone magnifico. Adoro quelli realizzati con farine alternative ed integrali, sono così saporiti !!! Buon fine settimana anche a te !! Manu

  • Genny G. dice:

    Pubblicato: 12 marzo 2010


    oggi tutti a pnificare:D bello questo pane...io ho in forno una brioche...vedremo che ne uscirà...vado a leggere il tuo givwaway

  • Laura dice:

    Pubblicato: 12 marzo 2010


    Bellissimo questo pane che hai preparato e chissà che profumino!!
    Vabbè mi accontento di quella bella fetta in primo piano! ;)
    Baci :)

  • pagnottella dice:

    Pubblicato: 12 marzo 2010


    Un pane ricco, genuino e molto profumato, non credo che omo cambi idea! Tuttavia continua ad impastare e postare i tuoi pani ^_^
    Un bacio e buon fine settimana a te

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 12 marzo 2010


    Ely: e lo vedi benissimo con caprino e miele mi sa... ;)

    Forchettina: anche tu del club pane-meno-bianco-possibile? ;)

    Genny: urca, è vero, anche il tuo con le nocciole urla "mangiami".
    Sì sì dai, partecipa al giveaway ;)

    Laura: come dice il proverbio? Chi si accontenta...:)

    Pagnottella: io nel dubbio tiro dritta, si sa mai che quello lì è lunatico peggio di me! :D

  • Dodò dice:

    Pubblicato: 12 marzo 2010


    Io preferisco di gran lunga i pani integrali o ai cereali. Li trovo più densi e profumati. Ovvio che un ottimo pane bianco regge benissimo il paragone!
    Questa qui te la rubo..già mi fa gola a vederla, immagino a sentirne il profumino!

  • Luciana dice:

    Pubblicato: 12 marzo 2010


    Mi piace il mix di ingredienti che hai usato...immagino il profumo e la fragranza...complimenti e buon week end...bacioni

  • ELel dice:

    Pubblicato: 12 marzo 2010


    Che bel pane davvero! Complimenti!!

  • Puffin dice:

    Pubblicato: 12 marzo 2010


    che bel pane!!!complimenti e buon fine settimana!
    rosita

  • Federica dice:

    Pubblicato: 12 marzo 2010


    ma dai è strepitoso!!!! bravissima!! segno segno!!!! baci!

  • manuela e silvia dice:

    Pubblicato: 12 marzo 2010


    A noi il pane particolare e diverso è sempre piaciuto, ancora di pù ora che abbiamo imparato a farcelo a casa da noi...la fantasia si sbizzarisce!
    Buonissima questa versione con tuti questi cerali!
    baci baci

  • sabrine d'aubergine dice:

    Pubblicato: 12 marzo 2010


    Brava! Bellissimo pane, di quelli non troppo bianchi che piacciono a me. Perfettamente lievitato con soli 10 gr di lievito... Un'ottima idea per il fine settimana, da fare con tutta la calma che serve...
    Ottima panettiera, non c'è che dire... A presto!

    Sabrine

  • dEleciouSly dice:

    Pubblicato: 13 marzo 2010


    Che bel pane, Sister, mi piace proprio un sacco! Ho un tot di farine "miste" da impiegare... Vedremo che ne verrà fuori: ho sempre troppe idee per la testa ma alla fine se ne concretizzano appena 1 milionesimo... :D

    Un bacione e buon weekend a te...

    Ele :*

  • Alessandra dice:

    Pubblicato: 13 marzo 2010


    Prendo una fetta (almeno così posso) e ti auguro un buon fine settimana anche io. bacioni.

  • Shade dice:

    Pubblicato: 13 marzo 2010


    quanto dev'essere buono questo pane! io sperimento poco con le farine particolari...mi sa che e' tempo di cominciare!
    grazie e buon fine settimana anche a te!

  • Oxana dice:

    Pubblicato: 13 marzo 2010


    Che bel panotto!!! Anch'io mescolo queste tutte farine un pò particolare che prendo dal BIO-negozio ( qui da noi c'è solo negozio BIO ma non di NATURASI' )...BRAVISSIMA E TANTI COMPLIMENTI!!!

  • Francesca dice:

    Pubblicato: 13 marzo 2010


    Anch'io faccio il pane in casa.. devo abituarmi però a giocare con farine diverse e mi sa che devo riguardare un pò il modo di cottura...
    Grazie dei tuoi consigli!!!
    Complimenti!!
    Franci

  • dolci a ...gogo!!! dice:

    Pubblicato: 13 marzo 2010


    sono davvero ammirata dalla realizzazione di questo pane tesoro che oltre ad essere buonissimo ha anche un aspetto estetico davvero meraviglioso!!!mi segno la ricetta voglio proprio lanciarmi!!baci imma

  • Alice dice:

    Pubblicato: 13 marzo 2010


    c'è forse qualcosa di più buono del profumo di pane non appena sfornato?? sa proprio di casa...
    i miei complimenti, come sempre!
    baciii

  • terry dice:

    Pubblicato: 13 marzo 2010


    Ti è venuto stupendamente questo pane!!! resto sempre ammirata da questi panoni così ben riusciti!!
    complimenti!

  • Tina dice:

    Pubblicato: 13 marzo 2010


    Che goduria questo pane! Ma allora tu abiti in Ticino? Io ho una sorella che abita a Stabio. Ciao e buon weekend!

  • Giò dice:

    Pubblicato: 13 marzo 2010


    anch'io amo i pani multicereali, adesso ho la fissa della semola e i semini......

  • Asa_Ashel dice:

    Pubblicato: 13 marzo 2010


    Quando mi fai questi post mi fai impazzire, perché io vado pazzo per i lievitati e questo pane mi intriga molto. Con le farine ormai mi sbizzarrisco anch'io, mentre non ho ancora iniziato ad inserire semi vari o altri ingredienti tipo i fiocchi d'avena o di crusca, ma prima o poi inzierò a farlo, lo so già. Ho una curiosità per quanto riguarda le incisioni che fai al pane, perché mi sono accorto che è un po' difficoltoso incidere un impasto lievitato. Tu come fai, usi un coltello infarinato o altri strumenti? E quando scrivi di spruzzare il pane quando lo inserisci in forno, che strumento usi per bagnarlo?
    (questo commento è stato scritto dopo aver fatto un giro del globo attraverso i links, tra un post dedicato alla lievitazione fino a un sito di pani meraviglioso...quanto ho ancora da imparare e da provare!)

  • NIGHTFAIRY dice:

    Pubblicato: 13 marzo 2010


    Mi piacciono un sacco i pani ricchi!Buona serata e buona domenica :)

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 13 marzo 2010


    Grazie a tutti (scusate il "cumulativo" ma rientro da un matrimonio e sono leggermente in coma ;)


    Tina: sono nata e cresciuta in Ticino, fino ai 21 anni: mamma vive ancora lì... Ad un tiro di schioppo da Stabio ;)

    Asa: allora, per il taglio uso un coltellino affilatissimo (stile rasoio), né infarinato o altro. Ne ho solo uno così affilato ed uso solo quello, perché in effetti è sempre un po' complicato incidere come si deve -o almeno, a me risulta complicato-.
    Per spruzzare il pane, la cosa più comoda in assoluto è lo spray col diffusore, come quello che si usa per inumidire i panni durante lo stiro.
    Te ne compri uno nuovo con 1 euro, di plastica, ed è perfetto. Io altrimenti ovvio bagnando le dita e spruzzando qui e là, aprendo velocemente il pugno.
    Funziona anche così, ma lo spruzzino costa nulla ed è comodissimo. :)

  • fiOrdivanilla dice:

    Pubblicato: 14 marzo 2010


    Bellissimo questo pane, ottima ricetta! bacioni manu!

    ahahhahaahah non dico altro :DD



    Comunque, torniamo serie (:D)
    Siccome io ero con te, non ho potuto scriverti prima :D
    .. favoloso questo pane, così ricco di fibre, di gusto, di sapori.. rustico e saporitissimo, troppo bello. Questo me lo segno e lo faccio anche io! :)

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 14 marzo 2010


    Night: grazie mille, buonissima domenica anche a te! :)

    Fior: ora che mi ricordi che ieri eravamo insieme, mi sale alla mente con orrore che non ho assaggiato per nulla il pane ieri a tavola! Porca miseria... Se era all'altezza del vino bianco sento di essermi privata di una bella fetta di Paradiso :)

  • LA CUCINA DI...FEDERICA dice:

    Pubblicato: 14 marzo 2010


    ciao sarah, c'è un premio che ti aspetta da me;-)

  • pannifricius delicius dice:

    Pubblicato: 30 novembre 2011


    Caspita mi sembra di sentirne il profumo, stasera provo a farne uno simile (non ho tutti gli ingredienti!!!)

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 12 marzo 2010

    By:

    Commenti: 30

    Categorie Post

    Lievitati salati, Pane