logo Sarah’s Kitchen Stories

Una ciambella bizzarra

Print page

Questa ciambella l’ho scoperta la prima volta su Cooker, più precisamente qui.

Mi aveva molto incuriosito l’uso della gazzosa, e la mancanza di lievito. In sostanza quello che fa gonfiare tutto è l’anidride carbonica presente nella bevanda e la lavorazione a spuma di uova e zucchero.
È molto importante usare le uova a temperatura ambiente -perchè montano molto meglio- così come a temperatura ambiente devono essere tutti gli ingredienti.
Era un po’ che non la facevo, e riguardando dei vecchi post di Miciapallina mi sono imbattuta nella suddetta ciambella.
Mi ha fatto voglia e l’ho rifatta,anche se gli ingredienti sono leggermente diversi (ma proprio leggermente).
Se lo volete alto alto fate dose doppia, ma adoperate anche uno stampo dai bordi belli alti, perchè viene davvero enorme (alto circa 10 cm).
Collage di Picnik

CIAMBELLONE FRIZZANTE

Ingredienti per uno stampo (io ho usato quello da savarin da 24 cm di diametro)
3 uova
225 gr zucchero
175 gr farina 00
1 bacca di vaniglia
40 gr burro chiarificato, sciolto e tiepido
3 cucchiai di aranciata dolce
scorza di arancia
Preparazione
Io ho usato la planetaria.
Scaldate il forno ventilato a 160°.
Montate le uova con lo zucchero,la scorza e i semi di vaniglia finchè non otterrete un composto gonfio e spumoso: lavorate almeno 10 minuti, con le fruste elettriche anche 15.
A quel punto aggiungete, sempre con le fruste in movimento, il burro chiarificato (o olio leggero e fruttato) e l’aranciata.Mescolate e abbandonate le fruste.
Prendete una spatola ed unite la farina, mescolando dal basso versol’alto.
Ungete uno stampo da ciambella o da savarin (come nel mio caso. Lo stampo da savarina ha il foro centrale più largo), infarinate e versate il composto: sarà piuttosto liquido.


Fate attenzione a non sporcare i bordi dello stampo, perchè il composto potrebbe “bloccare” la lievitazione del ciambellone.

Infornate e cuocete.
Per le dosi che ho usato io ci sono voluti 30 minuti esatti, con la dose doppia da ricetta originale ne servono una 50ina.

Comunque fate la prova stecchino per sicurezza.

 

  • Francesca dice:

    Pubblicato: 28 marzo 2009


    Questa dell'anidride carbonica che gonfia il composto proprio non la sapevo! Comunque la tua ciambella è uscita favolosamente, bravissima! Penso proprio che ti copierò la ricetta per sperimentare la faccenda ;-)

  • Mary dice:

    Pubblicato: 28 marzo 2009


    molto interessante questa ricetta e a vedere la riuscita della tua è perfetto , e da provare !

  • Federica dice:

    Pubblicato: 28 marzo 2009


    Buono! confermo anch'io uso la fanta per le torte!

  • Pupina dice:

    Pubblicato: 28 marzo 2009


    Federica: anche tu? Allora sta cosa non è così strana! Io finchè non ho letto la ricetta su Cooker proprio non ci avevo mai pensato!

    Mary e Francesca: dai, che con la sucsa della curiosità rimediate un ciambellone per la colazione di domani ;)

  • Laura dice:

    Pubblicato: 28 marzo 2009


    Ma che cosa originale!! Non mi sarebbe proprio mai venuto in mente...me la segno, un giorno proverò!! :) Ho anche appena compato 2 aranciate bio...

  • Sara dice:

    Pubblicato: 28 marzo 2009


    Non ci voglio credere io ignoravo completamente questa cosa che l'anidride carbonica dell'aranciata potesse far lievitare...ganzo

  • katty dice:

    Pubblicato: 28 marzo 2009


    mai fatta! originale come idea !!
    non pensato mai di usare l'aranciata!! da provare!!! buona domenica!!

  • marsettina dice:

    Pubblicato: 28 marzo 2009


    wowwwww

  • Micaela dice:

    Pubblicato: 29 marzo 2009


    fortissima l'idea dell'aranciata!! devo provarla questa ciambella!!

  • Cenerentola dice:

    Pubblicato: 29 marzo 2009


    un'idea davvero originale quella dell'aranciata! la ciambella ha unaspetto fantastico!!bravaaaa....:)buona domenica

  • Erbaluce dice:

    Pubblicato: 29 marzo 2009


    Ma è fantastico!!! Potrei eliminare per sempre il lievito!! Buahahaah!!!( risata malvagia)...ma è tutta colpa sua, mi odia!
    Complimenti!!
    Erbaluce

  • Mattarella dice:

    Pubblicato: 29 marzo 2009


    Cavolo ma allora niente più lievito!!devo provare assolutamente!e anche lo stampo è carinissimo, brava!

  • manu e silvia dice:

    Pubblicato: 29 marzo 2009


    Ma anche senza lievito ti è riuscita così alta e soffice???
    Bellissima e delicata con l'arancia!
    bacioni

  • Virò dice:

    Pubblicato: 29 marzo 2009


    Nelle pastelle salate per fritti conoscevo l'uso della birra che agevola il gonfiarsi del composto e credo che sia lo stesso principio delle bibite...bel suggerimento, grazie...

  • L'Antro dell'Alchimista dice:

    Pubblicato: 29 marzo 2009


    Ma che spettacolo!!!! da fanatica del cimabellone quale sono non posso non provarla! Un bacio Laura

  • Lady Cocca dice:

    Pubblicato: 30 marzo 2009


    Questa ciambella mi incurisisce molto...la segno e la voglio sperimentare...bravissimaaaaaaa

  • Fra dice:

    Pubblicato: 30 marzo 2009


    davvero interessante sostituire il lievito con l'aranciata...e il risultato è assolutamente invitante...da provare!
    Un bacione
    fra

  • Pupina dice:

    Pubblicato: 30 marzo 2009


    Sono contenta che questo dolce vi abbia incuriosite: per me è stato lo stesso quando ho letto la ricetta la prima volta!

    Virò, hai ragione sulle pastelle, ma tu pensa che non mi era mai venuto in mente che l'anidride carbonica delle bibite gassate potesse essere sufficiente a gonfiare un dolce. Però il tuo ragionamento non fa una piega!

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 28 marzo 2009

    By:

    Commenti: 18

    Categorie Post

    colazione, Torte