logo Sarah’s Kitchen Stories

Un danese per una svizzera…

Print page

Questi dolcetti si chiamano Danesi e sono fatti con una pasta che ricorda moltissimo la pasta sfoglia.

Io ho fatto delle foto, ma sul sito da cui ho preso spunto ci sono anche altre foto dell’impasto che possono aiutare. La ricetta che volevo provare è presa dal sito Wild Yeast.

Io vi trascrivo gli ingredienti dell’impasto e della crema: nel sito che ho indicato vengono fatti con la crema al formaggio e frutta, io ho messo crema pasticcera.
Lì si parla di circa 16 paste, a me ne sono venute 13 (alla faccia della scaramanzia ;oD).
Tra parentesi, al solito, le mie modifiche.

DANESI

Ingredienti per la simil pasta sfoglia
57 g acqua tiepida
120 g latte a temperatura ambiente (io ho usato 120 di acqua + 12 latte in polvere)
50 g (uno grande) uovo temperatura ambiente
5.8 g lievito disidratato (io ho usato quello fresco, 18 gr)
50 g zucchero
6 g sale
330 g farina 00
226 g burro freddo

Per la crema pasticcera ho usato queste dosi (dal blog di Anice e Cannella):
100 ml di panna fresca
150 ml di latte fresco
la punta di un cucchiaino di pasta di vaniglia/estratto di vaniglia/semi di bacca di vaniglia (come preferite)
1 uovo intero
20 gr di farina (io ho aumentato a 30 gr per renderla un po’ più sostenuta)
70 gr di zucchero
1 uovo per spennellare le pastine

Preparare la crema pasticcera il giorno precedente, così come si farà con l’impasto.

Per la crema.
Scaldare latte e panna sul fuoco, in una ciotola mettere uovo, zucchero, farina e vaniglia e mescolare con una forchetta.
Versare sopra il composto il latte/panna caldo, mescolare bene e riversare nel pentolino attraverso un colino. A fuoco moderato, portare la crema alla densità voluta (in 3-4 minuti è pronta).
Mettere in una ciotolina, coprire con pellicola mettendola aderente alla crema (così non farà la pellicina) e una volta a temperatura ambiente riporla in frigo.

Per l’impasto.
Rispetto alle dosi indicate io ho riscontrato un composto un po’ lento per effettuare il lavoro di giri e pieghe previsto: ho quindi aggiunto farina quel tanto che mi è servita per poter lavorare il composto.
Ho quindi adattato un po’ alle mie esigenze le indicazioni del sito linkato: questa quindi non è una traduzione fedele, ma come ho proceduto io.
Ho mantenuto le indicazioni relative al burro, che mi parevano quelle fondamentali, per il resto mi sono mossa un po’ “a sensazione”.
Sciogliere il lievito nell’acqua. Unirci lo zucchero ed il latte e mescolare. Nella ciotola dell’impastatrice mettere la farina ed il sale (il latte in polvere se lo usate).
Tagliate il burro freddo in tocchetti abbastanza grossolani ma di dimensione più o meno simile, mettetelo nella farina e date qualche giro a scatti al composto, fin tanto che i pezzi di burro siano più piccoli (non deve diventare sabbioso come per la frolla, devono solo rompersi un po’ i pezzi di burro).
A questo punto, con una spatola, amalgamate questo composto ai liquidi, quel tanto che basta affinchè la farina venga legata dall’impasto. Non dovete lavorarla o cose simili, solo unire i due composti: dovrete vedere i pezzotti di burro qua e là.
A questo punto coprire con pellicola e riporre in frigo fino al giorno seguente.

Nel sito se non sbaglio parla di effettuare in tutto 3 pieghe per quattro volte.
Io ho effettuato le pieghe come indicato qui, come fosse una vera e propria sfoglia, con relativi riposi dell’impasto in frigo.
Una volta fatti i 4 giri, prendete l’impasto e stendetelo in un bel rettangolo, a occhio direi che il mio era circa 60×35.
Ritagliate le strisce della larghezza che volete in base alle dimensioni che volete dare alle pastine, ricavate poi dei quadrotti e tirate i 4 angoli verso il centro del quadrato.

Ora spennellate le pastine con l’uovo battuto e mettete al centro un bel cucchiaino generoso di crema pasticcera:

Accendete il forno a 190°, ventilato.Cuocete le pastine per circa 12-13 minuti. Questo il risultato.

 

  • Okkidigatta dice:

    Pubblicato: 22 marzo 2009


    ...... stavo giusto curiosando nei vari blog alla ricerca di una crema pasticciera leggera con poche uova e hai postato tu questa bontààààààààààààààà....ora la preparo perchè ho appena sfornato il rotolo da farcire.... prossimamente copierò tutto !!!!!!!kissss e buona domenica

  • marsettina dice:

    Pubblicato: 22 marzo 2009


    che meravigliaaaa

  • Chiara dice:

    Pubblicato: 22 marzo 2009


    davvero invitanti, le adoro ma le avevo viste sempre e solo al bar, ho segnato la ricetta così potrò provare a farle!!
    grazie mille!!!

  • Mattarella dice:

    Pubblicato: 22 marzo 2009


    Ma che buoneee!ci vorrebbero proprio ogni mattina a colazione!!

  • Anonymous dice:

    Pubblicato: 22 marzo 2009


    Adoro queste paste!!Spero di cimentarmi ,prima o poi!!!
    Ciao bella.
    Rita

  • katty dice:

    Pubblicato: 22 marzo 2009


    che buone !!! queste danesi non si resistono!!!! ciao e buona domenica!!

  • Sara dice:

    Pubblicato: 22 marzo 2009


    Mamma mia sembrano davvero buonissime, brava

  • manu e silvia dice:

    Pubblicato: 22 marzo 2009


    Quanto ci piacciono questi dolcetti!! Davvero brava e chissà che profumino...
    baci baci

  • Solema dice:

    Pubblicato: 22 marzo 2009


    Da un pò mi tentano questi dolcetti,l'indomani sono ancora soffici? Solema

  • may26 dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    (^_^) ciao Pupina,fantastiche mi sembra quasi di sentirne la fragranza mmmm che buone quasi quasi ne prendo una e ci faccio la colazione domattina (^_^? bando alle ciance sei stata bravissima
    (-_^) un abbraccio e buona settimana ♫♪

  • Mary dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    Fantastico , ma sai che ho girato molto nel web per cercare questa ricetta , cè ne sono molti ma non mi hanno convinta , però adesso che ho visto il risultato tuo me copio questo !

  • Pupina dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    A tutte: grazie dei complimenti.:)

    Solema: considera che sono dei dolcetti fatti con una simil pastasfoglia, e quella non rimane morbidissima col passare del tempo, tende ad indurire.
    Io ti consiglierei di fare la dose che pensi andrà consumata nel giro di una, massimo 2 colazioni.

  • Dolcienonsolo dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    Troppo belli...

  • dario dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    le tue danesi sono stupende!!!!
    bravissima!!!!
    e complimenti anche per la crema simil nutella, deve essere una vera bontà!
    ciaooo e buona settimana

  • Maurina dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    Ho gia' capito che in questo blog mi ci trovero' benissimo ... troppe cose buone!!!! Grazie per la visita - Maura

  • Fra dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    hanno tutta l'aria di essere ottima ...mi segno al volo la ricetta
    Un bacione
    fra

  • stefi dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    Sono così belli che mi hanno fatto venire l'acquolinaaaaaa !!!!!!!!!
    Ciao.

  • mammadeglialieni dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    ma che danesi belle, ma sopratutto buoneeee!
    ero già stata a giro per il tuo blog, le tue spiegazioni sono chiare ed esaurienti e le foto aiutano davvero tanto, brava e complimenti! ne ho due di gatti, il gattone (fratello della gatta) è bellissimo, pelo lungo, nero, con riflessi cioccolata, solo che è difficilissimo da fotografare, una massa informe pelosa nera, non aiuta per le foto!

  • Pupina dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    Dolcienonsolo/Fra/Dario: grazie mille a tutti!

    Maurina: spero davvero ti ci troverai bene :) Un abbraccio

    Stefi: scopo raggiunto allora ;)

    Mammadeglialieni: grazie dei complimenti. Immagino la tua massa nera informe. Mamma ne aveva una uguale fino ad un anno fa, ed era impossibile capire dove fosse la testa e dove la coda quando aveva gli occhietti chiusi (cioè sempre). Foto difficilissime! I miei 3 sono abbastanza chiari (tranne uno nero e bianco) e quindi nelle foto si capisce abbastanza cosa è dove :)))

  • Rosatea dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    Bellissimi questi danesi, ti dispiace se te li copio a breve tempo ???

  • Pupina dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    Rosatea: scherzi? Io stessa ho preso la ricetta da un altro blog! Copia pure, tranquilla! :)

  • Viviana B. dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    No, non sta piovendo...
    Tutta questa umidità è colpa mia, che sbavo senza ritegno su 'ste ricette!!!
    Ma non si può mica postare robe così, eh! :-D

  • Pupina dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    Viviana: ecco, io guardavo fuori ma vedevo il sole e non capivo quest'acqua...:)

  • Federica dice:

    Pubblicato: 23 marzo 2009


    mmmmm che buoni, te li copio, spero non ti dispiaccia, devono essere squisiti.

  • Pupina dice:

    Pubblicato: 24 marzo 2009


    Federica: figurati, la ricetta l'ho messa apposta per condividerla! ;)

  • Chiara dice:

    Pubblicato: 24 marzo 2009


    ciao eccomi di ritorno dalla cucina tutta soddisfatta per il risultato della tua ricetta!ottima!!!!!
    grazie mille!!!

  • Pupina dice:

    Pubblicato: 25 marzo 2009


    Chiara: ma che contenta sono, ti sono piaciuti? Che bello, bravissima!

  • Valeria dice:

    Pubblicato: 2 aprile 2009


    Mamma, questi Danesi... sembrano davvero ottimi!! e sono sicura che lo sono...li farò sicuramente!

  • Anonymous dice:

    Pubblicato: 5 maggio 2010


    Ciao,
    questa ricetta sembra fantastica, non vedo l'ora di provarla e ti farò sapere.
    Approfitto per complimentarmi con te il tuo blog è bellissimo e tu sei così semplice che fai sembrare queste ricette difficili alla portata di tutti.
    Complimenti!
    Volevo chiederti se dopo il quarto giro fai riposare la pasta in frigo per 24 ore come dice gennarino oppure la stendi direttamente?
    Grazie di tutto Gaia.

  • Sarah dice:

    Pubblicato: 5 maggio 2010


    Ciao Gaia.
    A memoria non mi pare di aver lasciato 24 ore in frigo, ma sicuramente con questi tipi di impasti il riposo al freddo può fare solo gran bene.
    Quindi se hai il tempo per lasciare anche riposare le 24 ore, fallo tranquillamente ;)

  •  

    Dettagli Post

    Pubblicato: 22 marzo 2009

    By:

    Commenti: 30

    Categorie Post

    colazione, Lievitati dolci